Ad oggi, poche Regioni hanno legiferato in merito alle opere non considerate strutturali e che, quindi, non necessitano di pratica al Genio civile, e non sono soggette alla normativa sismica. In particolare, la Toscana ha emanato dei decreti, nei quali fornisce un elenco. Alcune di queste opere vengono considerate dai tecnici non strutturali, anche in altre Regioni, ma il nostro consiglio resta quello di contattare il Genio civile di zona e chiedere informazioni. 

OPERE STRUTTURALI non soggette deposito genio civile

Elenco delle opere non considerare strutturali.

Partiamo con il decreto del Presidente della Giunta regionale toscana del 9 luglio 2009, n. 36/R, ed in particolare l'art.12.

Opere di trascurabile importanza ai fini della pubblica incolumità e non considerate strutturali.

Non è richiesto il rilascio dell’autorizzazione (pratica Genio civile) di cui all'articolo 105 della l.r.1/2005 ovvero il preavviso di cui all'articolo 105 ter della l.r. 1/2005 (Articolo 105 - Denuncia dei lavori e presentazione dei progetti di costruzioni in zone sismiche: 1. Chiunque intenda procedere a costruzioni, riparazioni e sopraelevazioni nelle zone sismiche di cui all'articolo 96, comma 1, è tenuto a darne preavviso scritto alla struttura regionale competente):

a) per gli interventi di manutenzione ordinaria, purché essi in alcun modo non compromettano la sicurezza statica della costruzione, ovvero non riguardino le strutture portanti e sempre che non alterino l’entità e la distribuzione dei carichi;

b) per gli interventi di manutenzione straordinaria, purché essi in alcun modo non compromettano la sicurezza statica della costruzione, ovvero non riguardino le strutture portanti e sempre che non alterino l’entità e la distribuzione dei carichi.

Oltre alle tipologie di intervento di cui al comma 1, non è richiesto il rilascio dell’autorizzazione di cui all’articolo 105 della l.r.1/2005 ovvero il preavviso di cui all’articolo 105 ter, qualora gli interventi da realizzare abbiano ad oggetto:

a) la sostituzione di alcuni elementi dell’orditura secondaria dei solai in legno e dei tetti in legno o rifacimento parziale;

b) gli interventi che riguardino strutture di modesta importanza e di limitata altezza, non stabilmente fissate al suolo.

c) le piccole aperture nei solai, che non interessino le strutture principali;

d) gattaiolati di areazione a terra o ampliamenti di fondazione mediante cordolature affiancate;

e) i consolidamenti del terreno di fondazione mediante iniezioni di resine sintetiche o altre tecniche similari, purché non alterino il comportamento globale dell’edificio; 

f) la creazione di aperture, anche per passaggio di impianti, di dimensioni inferiori a mezzo metro quadrato, purché debitamente architravate;

g) la semplice sostituzione di architravature con altre in acciaio o cemento armato senza ampliamento della dimensione del vano;

h) i piccoli soppalchi a struttura lignea o comunque leggera, con peso proprio inferiore a cento chilogrammi per metro quadrato, a destinazione non abitabile, ancorché praticabile, e superficie inferiore a dieci metri quadrati;

I) le riparazioni localizzate di danni non causate da dissesti attivi, eseguite con rimpelli, risarciture con cuciscuci;

j) le tettoie esterne in aggetto in legno o metallo, in genere sopra finestre o portoncini di ingresso, con sbalzi delle strutture portanti principali inferiori a ottanta centimetri e superficie inferiore a cinque metri quadrati;

k) la costruzione ovvero la sostituzione di abbaini in copertura di superficie in pianta inferiore a due metri quadrati, purché non interessino l’orditura principale;

l) l’inserimento di travi rompitratta all’intradosso di solai o coperture;

m) le scale di collegamento interne, in legno o metallo, generalmente prefabbricate, per un solo piano e di larghezza inferiore a novanta centimetri, purché la necessaria demolizione di porzione del solaio non comprometta la staticità della struttura né il suo comportamento sismico;

n) le piccole costruzioni da orto, giardino o terrazzo destinate ad uso di ripostigli, rimesse attrezzi, ricovero animali da cortile, siano esse prefabbricate o no, ad un piano e con copertura leggera;

o) le opere di sostegno dei terreni di tipo semplice, a gravità o in calcestruzzo armato a mensola, inferiori ad un metro e mezzo di altezza;

p) le piscine interrate scoperte con altezza inferiore a due metri, salvo il caso di condizioni geologico-tecniche sfavorevoli di pericolosità elevata e molto elevata, così definite dagli strumenti di pianificazione del Comune;

q) i locali tecnologici ed i serbatoi di volume inferiore a trenta metri cubi. Qualora nel locale sia presente una parte interrata, il volume di tale parte è computato al cinquanta per cento.

Non necessitano di deposito le rampe per disabili prefabbricate e i montascale (Approfondimento RAMPE  Approfondimento su ASCENSORI E MONTASCALE)

A seconda del tipo di intervento ricadiamo in SCIACILA o Permesso di costruire..

Tag: regione Lombardia, Veneto, Piemonte, Abruzzo, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Calabria, Puglia, Lazio, Marche, Trentino, Emilia Romagna, Campania, Liguria, Sardegna

Aggiungi commento


Commenti  
# eva 2019-02-05 14:49
Salve, mi trovo in provincia di Roma.
Dovremmo rifare il muro di contenimento della mia casa, ha un altezza max di 2,00 m e lungo 13 m. Se decidiamo di rifarlo in cemento armato devo fare la pratica al genio civile?oltre la pratica al genio civile quale titolo abilitativo devo richiedere?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing, Vincenzo Madera 2019-02-13 09:02
Salve Eva,
sia genio civile che scia...saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# daniele 2019-02-02 15:47
Salve da poco abbiamo approvato in assemblea la ristrutturazione del 80percento del tetto del nostro imobile( sostituzione totale delle tegole e del tavolato e 80% delle travi)
Il tetto è poggiato sua capriata che dovremo cambiare lasciando però inalterata la sua struttura.
A tal proposito è nato un contenzioso tra due professionisti, uno ci fa sapere che la comunicazione di tali lavori necessità per legge la comunicazione al genio civile, l’altro no
Chiedo consiglio
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-02-02 18:53
A mio parere mi sembra il minimo, sostituite tutto...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Giusepp Curinga 2019-02-14 07:54
Mi sembra sbagliato dire sostituite tutto senza neanche visionare la copertura, se è composta da struttura lignea, è possibile valutare la consistenza delle travi, capriate ed passito e selezionare cosa salvare.
Il genio civile è d'obbligo, anche se smonti una sola trave
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-02-14 12:57
Salve collega,
forse mi sono espresso male. Intendevo dire, visto che sostituiscono quasi tutto, il genio civile è ovvio...Sulla situazione delle travi, mi attengo a cosa dice Daniele, non potendo fare altrimenti. saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Miriam 2019-02-02 15:23
Buongiorno, vorrei allungare il vano scala eliminando un pianerottolo di 70x50cm composto da tre travicelli che poggiano da un lato nel muro e l'altro sul trave. Il solaio è di mezzanetre senza gettata strutturale. È necessario l'intervento del genio civile?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2019-01-23 10:10
Buongiorno, vorrei realizzare un'apertura in un solaio per l'inserimento di una scala d'arredo nel comune di Arezzo.
La scala ha un ingombro di 0.70m x 1.60m
In quale categoria rientra l'intervento? è necessario il genio civile?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-01-23 18:01
ll solaio com'è? Taglia le travi o solo i travetti?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Elena Noci 2019-01-08 22:08
Buonasera...devo realizzare un'apertura in un solai di tipo bausta x l'inserimento di una scala d'arredo nel comune di pistoia.
L'intervento potrebbe rientrare nella dicitura piccole aperture su solai x cui non è necessario il deposito?
La scala ha un ingombro di 0.6 x 1.60 e sarebbe necessario togliere solo una fila di pignatte.
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Giusepp Curinga 2019-02-14 07:59
Non credo sia possibile eliminare una sola fila di pignatta in quanto le stesse hanno dimensione massima di 48cm.
Sono da valutare comunque alcuni fattori come la posizione del foro e la presenza del piano rigido, comunque con le piccole aperture, in Toscana, hanno sempre fatto riferimento a 0,5mq
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Anna 2018-12-19 09:11
Buongiorno, devo installare delle strutture prefabbricate e rimovibili in legno e acciaio per cavalli in Toscana. Secondo lei sono soggette a deposito genio civile secondo l'ultima normativa? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-12-19 17:18
Dipende. Ha in mente di gettare la fondazione? Quanto sono estese queste strutture...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-12-20 08:45
possono essere al massimo 26 mq. Riporto il testo delle NTA del Comune "‘manufatti agricoli reversibili’, da intendersi come
strutture in legno, prive di opere di fondazione, con utilizzo limitato al rimessaggio di prodotti, attrezzi e
macchinari agricoli e ricovero di animali domestici"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-10-30 19:38
Salve, dovrei installare nella mia terrazza una tettoia in alluminio per poi mettere i pannelli fotovoltaici, vorrei sapere se basta presentare al comune una semplice comunicazione (scia)?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# RAFFAELE 2018-10-25 20:54
nel caso della progettazione e costruzione di un balcone adiacente ad una veranda (primo piano) occorre presentare la pratica al Genio Civile ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Attilio 2018-10-20 18:00
Vorrei sapere se c'è bisogno di una autorizzazione (CILA, SCIA) per la realizzazione di una struttura in acciaio imbullonata al pavimento, con profilati 10X10 cm, interna ad un edificio industriale, un cubo insomma.
La struttura sarà circa 10m X 4m e alta 3,5m, al disotto della quale troveranno posto un plotter per la stampa e un deposito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Vincenzo Madera 2018-10-22 22:20
Certo
saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2018-09-06 17:15
Buongiorrno, in regione Lombardia come funziona? Io dovrei sistemare parzialmete l'orditura secondaria di un tetto in legno e la copertura. Viene considerata opera strutturale o no?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-09-07 09:25
Salve Marco,
purtroppo con conosco i regolamenti lombardi. Chiami il genio civile della città e chieda...
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Massimo 2018-09-04 10:33
Salve Ing. sono un collega
- in Toscana, il solo inserimento di una trave in acciaio, rompitratta di travi in legno, non richiede pratica al Genio, è quindi classificabile come intervento non strutturale (e di regola non crea pericolo per la pubblica incolumità art. 84 T.U.): quale tipo di pratica dovrebbe essere presentata in Comune (SCIA penso di no! CILA?) e quale tipologia di intervento deve essere considerata (art. 3 T.U. 380/01)?
Grazie per l'interessamento
Tipico fare le leggi e non sapere come applicarle ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ANTONIO 2018-07-31 20:41
Buongiorno, volevo sapere se per la sanatoria di un locale tecnico, privo di propria autonomia funzionale, su di una terrazza ad uso esclusivo al piano primo. (costruzione in forato da 8 cm) addossato alla costruzione principale e a filo con balcone sovrastante. Grazie Antonio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-24 14:46
Salve,
qual è la domanda?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-08-24 22:05
scusi, ha ragione, volevo sapere se necessita di deposito sismico o basta una relazione semplificata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-25 15:56
Salve Antonio,
essendo in foratini non credo. Bisognerebbe però vedere il tutto. Comunque se ha dei dubbi chiami il genio civile che le sanno dire con certezza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gianni 2018-07-20 16:49
Buona sera volevo chiedere se la realizzazione di una veranda in balcone necessita di qualche permesso al genio civile .Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Paolo 2018-07-04 07:16
Salve vorrei costruire una scala esterna più un terrazzino per arrivare all appartamento superiore. Nell appartamento già esistente dovrei fare qualche modifiche del tipo apertura di un muro portante un solaietto di 10 mq. Cosa serve al genio civile e quanto mi costerà ?
Io sono di Chieti (Abruzzo)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paola garzia 2018-06-28 13:00
buongiorno vorrei aprire una piccola finestra, inferiore al mezzo metro quadrato su un muro portante cosa serve per il genio civile? il fabbricato è in provincia di Roma
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-06-28 14:56
Salve Paola,
in Toscana basta l'architrave, la regione Lazio che dice?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-06-26 17:16
buonasera sarebbe bello un vs articolo, su come denunciare abusi al genio civile, con tempistca di risposte ecc..
perche il vs articolo come tutti gli altri è molto chiaro e bello, anche per chi non è del settore, ma purtroppo chi opera nel vs campo a volte non presenta le pratiche idonee,,e se un cliente se ne rende conto è bene che sappia anche come difendersi da un professionista poco professionale;)
saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-06-26 17:26
Salve,
Se ritiene che il tecnico abbia sbagliato, si confronti con lui o senta un avvocato..Del resto, ad oggi, si cerca il tecnico più economico....e quotidianamente ne sento di ogni....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

     vincenzo madera                    

Autore: Vincenzo Madera - Ingegnere

 facebook   linkedin

Laureato all'Università degli Studi di Firenze.

Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. 

Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter

Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè. 

 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo