Sanatoria per omessa denuncia e deposito strutturale al genio civile: procedura e sanzioni.

Sanatoria deposito strutturale genio civile procedura e sanzioni

Nel caso in cui vengano realizzate delle opere strutturali senza la necessaria autorizzazione (permesso di costruire, scia, o in passato autorizzazione, dia), oltre alla sanatoria urbanistica si dovrà procedere alla richiesta di sanatoria strutturale presso l'ex genio civile (settore sismica).

Difatti, l'art. 36 del Testo unico sull'edilizia al comma 1 dal titolo "Accertamento di conformità", sostiene che:

"In caso di interventi realizzati in assenza di permesso di costruire, o in difformità da esso, ovvero in assenza di segnalazione certificata di inizio attività......, o in difformità da essa,...... il responsabile dell’abuso, o l’attuale proprietario dell’immobile, possono ottenere il permesso in sanatoria se l’intervento risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente sia al momento della realizzazione dello stesso, sia al momento della presentazione della domanda. Il tutto fatto salvo per le opere realizzate prima della classificazione sismica.

Quindi, l'intervento posto in essere senza autorizzazione, dovrà rispettare le normative vigenti al momento della realizzazione e quelle attuali. Ad oggi, le norme strutturali di riferimento sono le NTC del 2018 e circolare esplicativa.

Ma qual è la procedura:

1 L'ingegnere realizzerà dei sopralluoghi e dei saggi sulle strutture, quali travi, pilastri, cerchiature, solai, tettoie e murature portanti, per valutare le consistenze e la qualità della posa in opera.

2 Dopo aver realizzato i calcoli, il professionista verificherà se l'opera posta in essere in passato rispetta la normativa vigente al tempo e quella attuale. Potrebbero prospettarsi due casi:

a. l'intervento non è a norma. L'ingegnere dovrà richiedere l'adeguamento delle strutture, depositando un progetto delle opere da sanare. L'opera potrebbe ricadere in nuova costruzione, adeguamento, miglioramento sismico o intervento locale.

consolidamento struttura sanatoria

b. se il tutto risulta a norma, il tecnico assevererà ciò senza intervenire sulle strutture, tramite un certificato di rispondenza alle norme tecniche vigenti al momento della realizzazione ed il certificato di collaudo, laddove richiesto dalla normativa vigente al momento della realizzazione.

Per il proprietario si aprirà un processo penale, che si concluderà, in genere, con la sanzione.

Spero che l'articolo ti sia stato utile. Vincenzo

Aggiungi commento


Commenti  
# Caterina 2019-05-16 19:17
Utilissimo e chiarissimo, ... veramente grata.
Dunque, poiché ritengo la modifica a norma, basterà asseverare ciò con un Certificato di Rispondenza.
In riferimento al Certificato di collaudo è necessario predisporne uno nuovo? Il fabbricato è stato a suo tempo regolarmente collaudato e la modifica riscontrata consiste in un intervento locale senza ripercussioni sul resto della struttura ( presumo si tratti di un errore in quanto presente solo al 1° piano e non ripetuto agli altri).
Predisposti questi documenti vanno inoltrati alla regione (ex G.C.) e con quale procedura? Per proprietario si intende il costruttore o l'attuale proprietario...?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2019-05-09 20:06
Salve, per sanare un balcone realizzato, contestualmente all'edificio, nel 1965, cioè molto prima della classificazione sismica, come si procede al Genio Civile?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-05-10 14:47
Deve sanarlo con le norme attuali..saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Silvio 2019-05-07 05:20
Salve, chiedo un Co soglio, nel 206 ho fatto un abuso,al sotto tetto alzandolo di 70 cm alle 2 falde, allora mi fu fatto un avviso del comune con tecnici sul posto x l'accaduto, ma non fu possibile valutare il fatto, Oggi nel ristrutturare casa con cila al piano vivente arrivano i vigili trovando una botula aperta comunicando a sotto tetti mi siggilono casa, rimanendomi fuori casa con la mia famiglia, Aiutatemi,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-05-07 09:40
Salve,
contatti un tecnico e faccia una sanatoria...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# enrico 2019-04-23 16:35
"Il tutto fatto salvo per le opere realizzate prima della classificazione sismica.". L'art 36 sembra non contenere la dicitura che precede. Nel caso di opere realizzate prima della classificazione come è opportuno operare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing, Vincenzo 2019-04-24 13:44
Salve,
allora non previsto alcun deposito.Utilizzerei le solo NTC 2018.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

     vincenzo madera                    

Autore: Vincenzo Madera - Ingegnere

 facebook   linkedin

Laureato all'Università degli Studi di Firenze.

Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. 

Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter

Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè. 

 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo