Classe energetica: quali sono gli interventi e i lavori più efficaci per migliorare il risparmio energetico del vostro immobile e i relativi costi. Cosa influisce e come passare da una classe G a una F, E, D, C, B, A, A1, A2, A3, A4.MIGLIORARE LA CLASSE ENERGETICA interventi e costi

Ad oggi la maggior parte degli immobili (appartamenti, ville, negozi etc.), specialmente i meno recenti, ricadono in classi energetiche basse. Se dovete vendere casa e volete aumentare il valore del vostro immobile, se vi state chiedendo quali interventi realizzare per passare da una classe G ad un Fda una G a una E oppure ad una A e quali sono costi che dovrete sostenere per ottenere questi obiettivi, leggete con attenzione questa guida.

Vista la sempre maggiore attenzione rivolta a queste tematiche e gli incentivi / detrazioni fiscali per il risparmio energetico, questi interventi risultano essere molto convenienti, nonché un ottimo investimento.

Molti dei nostri clienti, infatti, ci richiedono quali sono gli interventi più efficaci (ristrutturazioni edilizie), con il miglior rapporto qualità/prezzo, per ottenere un miglioramento della classe energetica e di conseguenza un risparmio nei consumi.

Visto che ogni caso ha delle soluzioni diverse, cercheremo di fornivi le informazioni necessarie per realizzare gli interventi più consoni alla "situazione energetica" del vostro appartamento.

Ma vediamo su quali strutture della casa focalizzare la nostra attenzione:

Cosa influisce sulla classe energetica di un immobile?

Prima di tutto, occorre chiarire, quali sono le classi di prestazione energetica che possono interessare gli immobili.

In tutto abbiamo 10 classiA4, A3, A2, A1, B, C, D, E, F, G (dalla più efficiente alla meno efficiente), determinate attraverso l’indice di prestazione energetica globale dell’edificio in termini di energia primaria non rinnovabile.

Quindi, la classe energetica del nostro edificio dipende da quanta energia consumiamo all'interno della nostra abitazione.

L'energia presa in considerazione nel calcolo è relativa a: climatizzazione invernale (riscaldamento)produzione di acqua calda, climatizzazione estiva (climatizzazione o condizionamento), ventilazione degli ambienti, illuminazione artificialetrasporto di persone o cose, con ascensori o scale mobili (gli ultimi due fabbisogni non sono previsti negli edifici con destinazione residenziale).

Quindi per migliorare la classe energetica dobbiamo ridurre i consumi di energia!!!!

Quali sono, quindi, gli interventi di riqualificazione energetica da realizzare per migliorare la classe energetica? Vediamo alcuni esempi:

Premettiamo che è sempre necessario affidarsi a tecnici competenti, in quanto ogni immobile necessita di studi approfonditi per trovare le soluzioni più efficaci ed efficienti. Non abbiate la presunzione di sostituirvi agli esperti, potreste spendere soldi inutilmente. Una scorretta posa in opera o la scelta sbagliata dei materiali potrebbe perfino peggiorare la situazione.

Detto ciò, partiamo da alcune operazioni che miglioreranno immediatamente, con costi ridotti, i vostri consumi:

1. sostituzione degli infissi: se, a casa vostra, la luce del sole passa ancora attraverso le finestre della nonna, è arrivato il momento di sostituirle. È sicuramente il primo intervento da mettere in opera, specialmente per le finestre esposte a nord.

In particolare, l'installazione di infissi con vetro doppio basso emissivo, Uf (trasmittanza termica del telaio) minimo di 1W/m2K e Ug (trasmittanza termica del vetro) di minimo 2.1 W/m2K, potrebbe essere una buona soluzione e avere un buon rapporto qualità / prezzo. Il costo, per l'installazione e fornitura, si aggira intorno alle 500 € per le finestre di superfici standard;

2. sostituzione della caldaia del riscaldamento / acqua calda: in seconda battuta, andrebbe sostituita la caldaia con una a condensazione ad alto rendimentoIl costo è di circa 1500 €.

3. installazione di un climatizzatore / condizionatore: questo tipo di intervento è una vera manna per la nostra certificazione energetica APE. Difatti, comporta un miglioramento significativo della classe energetica, permettendo anche il passaggio di due classi energetiche. L'intervento, che consiglio, è l'installazione e posa in opera di climatizzatore con SEER (coefficiente di prestazione medio stagionale, dato dal rapporto tra energia prodotta dal dispositivo per raffrescare e l'energia assorbita dall'impianto elettrico, in sostanza quanto si consuma) di minimo 5;

4. sostituzione della porta di ingresso con una porta blindata ad alta efficienza energetica (bassa trasmittanza);

5. installazione di testine termostatiche sulle valvole dei radiatori. Questo permetterà di regolare il riscaldamento per ogni singolo ambiente della casa, oltre che programmare temperatura e intervalli di accensione.

Per coloro che vogliono investire maggiormente consiglio anche:

6. installazione di scaldacqua a metano istantaneo, ad alto rendimento e camera stagna a tiraggio forzato, qualora riscaldamento e acqua calda siano regolati da generatori diversi;

7. utilizzo di energie rinnovabili quali impianto fotovoltaici, pannelli solare termico e l'utilizzo della biomassa (legna, pellet etc.).

8. posa di cappotto termico per rivestire la casa (specialmente le pareti esposte a nord)

Tags: da F a E, da E a D, da D a C, da C a B, da B a A, da A ad A+, risparmio energetico, costo, prezzo, preventivo

Madera Ing. Vincenzo
Author: Madera Ing. VincenzoEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ingegnere Civile

Laureato all'Università degli Studi di Firenze, dal 2014 co-titolare dello Studio Madera.
Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia.
Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse.

Comments powered by CComment

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo