CERTIFICAZIONE ENERGETICA: quando è obbligatoria 2019

CERTIFICAZIONE ENERGETICA: quando è obbligatoria? Quando non occorre. certificazione energetica quando è obbligatoria non occorre

La certificazione energetica ( o Attestato di prestazione energetica A.P.E.), è un documento che attesta la qualità, dal punto di vista termico della vostra casa, o appartamento. Anche se non è sempre obbligatoria, consiglio a tutti, se non in possesso, di farla realizzare per verificare il consumo annuo della vostra casa.

Difatti, un buon tecnico, oltre a indicarvi i kw consumati e la classe energetica ( da A4, la migliore a G la peggiore), vi segnalerà i punti deboli del vostro "involucro" o impianto termico e vi suggerirà gli interventi più convenienti per abbassare il prezzo della bolletta.

IMPORTANTE: chi redige l'ape è obbligato a eseguire il sopralluogo. Rischiate sanzioni molto pesanti!!!

Ma torniamo all'argomento dell'articolo. Quando devo far redigere la certificazione energetica????

L’immobile deve essere dotato di attestato di prestazione energetica e dovrete contattare un professionista (ingegnere, architetto, geometra, perito etc.) nei seguenti casi:

  1. edifici di nuova costruzione o edifici sottoposti a ristrutturazione importante (intervento su più del 50% dell'involucro edilizio della casa e sull'impianto), all’atto di chiusura dei lavori e/o al rilascio dell’agibilità; 
  2. compravendita di edifici, appartamenti o quote degli stessi. In questo caso deve essere allegato al contratto notarile; è il venditore a pagare il tecnico, salvo diverso accordo (clausola).
  3. locazione (affitto) di intero immobile o singole unità immobiliari. Anche in questo caso va allegata al contratto di fitto; è il proprietario a dover pagare il tecnico.
  4. edificio pubblico esistente ed utilizzato dalla pubblica amministrazione con Superficie utile >250 mq; 
  5. contratti di gestione calore presso la pubblica amministrazione; 
  6. annunci immobiliari (compravendita e locazione).

 

L’obbligo di dotazione si estende inoltre ai seguenti casi: permuta, transazione, datio in solutum (pagamento in natura, tramite un bene mobile), conferimenti in società, assegnazione ai soci, cessione di azienda nel cui patrimonio sono compresi immobili, vendita di porzioni di immobile (per esempio quote dell’alloggio del custode).

Ora abbiamo elencato quando è obbligatoria l'ape. Ma questo non vale per tutti gli immobili. Vediamoli:

Quali sono gli immobili per cui è obbligatoria la certificazione energetica?

La certificazione energetica è obbligatoria nelle casistiche precedentemente indicate per tutte le categorie di edifici definite dall’articolo 3 del DPR 412/93. Vediamole:

  • E.1 Edifici di tutte le tipologie adibiti a residenza e assimilabili;
  • E.2 Edifici adibiti a residenze collettive, a uffici e assimilabili;
  • E.3 Edifici adibiti a ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili;
  • E.4 Edifici adibiti ad attività ricreative, associative o di culto e assimilabili;
  • E.5 Edifici adibiti ad attività commerciali e assimilabili;
  • E.6 Edifici adibiti ad attività sportive;
  • E.7 Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili;
  • E.8 Edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili.

Dette cosi, le categorie potrebbero risultare poco chiare. Sicuramente, indicandovi le corrispondenti categorie catastali, che potete verificare nella visura catastale del vostro immobile, potreste chiarirvi le idee:

 

Categoria catastale degli edifici
Classificazione generale degli edifici per categoria secondo il DPR 412/93
A/1 Abitazione di tipo signorile
E.1 (1) o E.1 (2)
A/2 Abitazione di tipo civile
E.1 (1) o E.1 (2)
A/3 Abitazione di tipo economico
E.1 (1) o E.1 (2)
A/4 Abitazione di tipo popolare
E.1 (1) o E.1 (2)
A/5 Abitazione di tipo ultrapopolare
E.1 (1) o E.1 (2)
A/6 Abitazione di tipo rurale
E.1 (1) o E.1 (2)
A/7 Abitazione in villini
E.1 (1) o E.1 (2)
A/8 Abitazione in ville
E.1 (1) o E.1 (2)
A/9 Castelli, palazzi di pregio artistico o storico
E.1 (1) o E.1 (2)
A/10 Uffici e/o studi privati
E.2
A/11 Abitazioni o alloggi tipici dei luoghi (es. rifugi, baite, trulli, ecc.)
E.1 (1) o E.1 (2)
B/1 Collegi, convitti, educandati, ricoveri, orfanotrofi, ospizi, seminari, caserme,conventi
E.1 (1)
B/2 Case di cura e ospedali
E.3
B/3 Riformatori e prigioni
E.1 (1)
B/4 Uffici pubblici
E.2
B/5 Scuole e/o laboratori scientifici
E.7
B/6 Pinacoteche, biblioteche, musei, gallerie d’arte, accademie che non hanno sede nella categoria A/9
E.4 (2)
B/7 Cappelle ed oratori non destinati all’esercizio pubblico del culto
E.4 (2)
B/8 Magazzini sotterranei per depositi di derrate
E.8
C/1 Negozi e botteghe
E.5 o E.4 (3)
C/2 Magazzini e locali di deposito
No Certificazione Energetica
E.8 / controversa, se deposito No C.E.
C/4 Fabbricati per arti e mestieri
E.8
C/6 Stalle, scuderie, rimesse ed autorimesse
No  Certificazione Energetica
E.8
D/2 Alberghi e pensioni
E.1 (3)
D/3 Teatri, cinema, sale per concerti / spettacoli e simili
E.4 (1)
D/4 Case di cura ed ospedali
E.3
D/5 Istituti di credito, cambio ed assicurazione
E.2
D/6 Fabbricati e locali per attività sportive
E.6 (1) – E.6 (2) – E.6 (3)
E.8
E.5
D/10 Residence
E.1 (3)
D/11 Scuole e/o laboratori scientifici privati
E.7
F/2 Unità collabenti No  Certificazione Energetica

 

Adesso dovreste aver già capito se il vostro immobile ha bisogno del certificato.

Esistono però delle deroghe, che ci svincolano dal far redigere la certificazione energetica:

In quali casi l’APE non è obbligatorio? Immobili esenti

Il certificato non deve essere redatto nei casi riportati nella legge nazionale all’art.3 comma 3 del dlgs 192/2005, ovvero: 

  • i fabbricati isolati con una superficie utile totale inferiore a 50 metri quadrati. Per fabbricato isolato con superficie utile inferiore a 50 mq si intende un fabbricato distaccato da altri edifici. Un miniappartamento di 49 mq in un condominio non è un fabbricato isolato. Un bungalow di 49 mq in un campeggio è un fabbricato isolato;
  • i fabbricati industriali e artigianali - quando gli ambienti sono riscaldati (o raffrescati) per esigenze del processo produttivo;  quando il loro utilizzo e/o le attività svolte al loro interno non ne prevedano il riscaldamento o la climatizzazione. Questo deve essere collegato alle esigenze del processo produttivo, perché se è prevista la presenza di lavoratori, i locali devono essere climatizzati ai fini della permanenza di persone. D.Lgs. 81/08 - ALLEGATO IV - REQUISITI DEI LUOGHI DI LAVORO - 1. AMBIENTI DI LAVORO 1.9.2. Temperatura dei locali 1.9.2.1. La temperatura nei locali di lavoro deve essere adeguata all'organismo umano durante il tempo di lavoro, tenuto conto dei metodi di lavoro applicati e degli sforzi fisici imposti ai lavoratori. 1.9.2.2. Nel giudizio sulla temperatura adeguata per i lavoratori si deve tener conto della influenza che possono esercitare sopra di essa il grado di umidità ed il movimento dell'aria concomitanti. 1.9.2.3. La temperatura dei locali di riposo, dei locali per il personale di sorveglianza, dei servizi igienici, delle mense e dei locali di pronto soccorso deve essere conforme alla destinazione specifica di questi locali.
  • quando gli ambienti sono riscaldati utilizzando reflui energetici del processo produttivo non altrimenti utilizzabili. Per reflui energetici si intende un recupero di fluidi (acqua, aria, vapore, fumi) già caldi per esigenze di produzione. Per esempio: un calore residuo che rappresenta lo scarto energetico di processo (calore dissipato da una batteria condensatrice di un gruppo frigorifero);
  • i fabbricati agricoli o rurali non residenziali sprovvisti di impianti di climatizzazione; 
  • edifici in cui non è prevista la permanenza di occupanti (residenti o lavoratori) e in cui non è prevedibile/necessario un clima abitativo come ad es. magazzini, depositi, locali di sgombero, sottotetti, locali macchina, cabine di trasformazione, cantine, autorimesse, strutture stagionali a protezione degli impianti sportivi, ecc. L’APE è comunque richiesto per le porzioni eventualmente adibite ad uffici e assimilabili, purché scorporabili ai fini della valutazione di efficienza energetica.
  • edifici adibiti a luoghi di culto e allo svolgimento di attività religiose (es. chiese)
  • i ruderi, purché vengano espressamente dichiarati come tali nell’atto notarile INSIEL - 16 febbraio 2017  (es. unità collabenti, costruzioni non abitabili o agibili comunque la cui utilizzabilità non è conseguibile con soli interventi edilizi di manutenzione ordinaria o straordinaria).
  • i fabbricati in costruzione per i quali non si disponga dell’abitabilità/agibilità al momento della compravendita: immobili venduti come “scheletro strutturale” (privi di tutte le pareti verticali esterne o di elementi dell’involucro edilizio) oppure immobili venduti “al rustico”(privi delle rifiniture e degli impianti tecnologici), purché vengano espressamente dichiarati come tali nell’atto notarile. Resta fermo l’obbligo di presentazione, prima dell’inizio dei lavori di completamento, di una nuova relazione tecnica di progetto attestante il rispetto delle norme per l’efficienza energetica degli edifici in vigore alla data di presentazione della richiesta del nuovo permesso di costruire, o denuncia di inizio attività, comunque denominato 
  • i manufatti comunque, non riconducibili alla definizione di edificio (manufatti cioè non qualificabili come “sistemi costituiti dalle strutture edilizie esterne che delimitano uno spazio di volume definito, dalle strutture interne che ripartiscono detto volume e da tutti gli impianti e dispositivi tecnologici che si trovano stabilmente al suo interno”), per esempio: una piscina all’aperto, una serra non realizzata con strutture edilizie, ecc.

Inoltre, non è obbligatoria in caso di sostituzione della caldaia, radiatori, infissi e finestre o impianto di riscaldamento, installazione del cappotto termico o pompa di calore (raffrescamento: climatizzatore, condizionatore), frazionamento, cambio di destinazione d'uso, rifacimento del tetto, a seguito di relazione energetica "ex legge 10". Ma andrà comunque aggiornata nei casi previsti dalla legge. Penso ti possa interessare anche l'articolo sull'obbligo di aggiornamento della certificazione energetica oppure sul giusto prezzo delle certificazioni giusto prezzo delle certificazioni.

Spero che l'articolo ti sia stato utile. Grazie. Vincenzo.

Aggiungi commento


Commenti  
# Antonio 2019-10-08 15:31
buongiorno devo stipulare contratto locazione immobile uso commerciale Farmacia, occorre l'APE?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-10-09 07:55
Verto, saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2019-10-01 16:10
Buongiorno. Possiedo un monolocale accatastato con due distinti subalterni, entrambi categoria C1. Per poterlo affittare devo disporre di due distinte APE ? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-10-02 10:49
legga il primo paragrafo di questo articolo studiomadera.it/.../... saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simona De Maria 2019-09-25 07:44
In caso di alloggio sotto i 40 mq regolarmente affittato da anni con cedolare secca e riscaldamento autonomo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# SILVIA 2019-09-19 11:50
Buongiorno,
ho un deposito accatastato come d7, uno storage con centinaia di box per lo stoccaggio del materiale di privati che li prendono in affitto. Non c'è riscaldamento ma ci sono i blocchi wc con acqua calda sanitaria. Devo redigere ape?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-19 13:05
A mio parere se è prevista la presenza presenza di lavoratori...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Eva 2019-09-15 12:17
Buongiorno,
In caso di vendita di un appartamento con ACE valida fino al 2021, devo rifare APE solo perché successivamente alla data dell’ACE ho fatto interventi come infissi e pompa di calore?
Grazie mille
Eva
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-16 08:45
Eva legga qui studiomadera.it/.../... saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luca62 2019-09-15 07:20
Buon giorno vorrei cortesemente sapere se per affittare un locale D6 seminterrato adibito a palestra occorre redigere APE. Grazie a cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-16 08:39
SI Luca. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gobgraz 2019-09-12 18:19
Locali privi di impianti di riscaldamento, in pessimo stato, censiti come laboratori C/3, uno inutilizzato da tempo, l'altro locato ad uso deposito.
Per vendita propedeutica a ristrutturazione integrale con presumibile cambio destinazione, occorre APE ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-13 08:57
Se non vi è l'impianto di riscaldamento e in assenza di presenza continuativa di persone, non occorre..saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lucia 2019-08-21 07:23
Buongiorno
devo fare una donazione di un appartamento ai miei genitori.
Serve l'A.P.E.?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Roberto 2019-08-13 15:47
Salve
l'APE è obbligatoria in caso di un edificio cat. catastale A/4 classe 2 al piano terra di superficie catastale 20 mq senza alcun impianto (a parte l'acqua comunale) nel quale comunque risulta la mia residenza?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-08-14 13:19
Si Roberto...saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Paola 2019-07-31 07:54
Buongiorno, articolo molto esauriente.
In caso di locazione ad uso abitativo, in assenza di APE si può considerare il fabbricato nell'ultima classe energetica o è obbligatorio in ogni caso? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-07-31 09:59
Salve PAola,
obbligatorio comunque...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Geom.Carlo 2019-07-20 11:37
Gent. Ing. Vincenzo

Ho un caso di 2 fratelli che possiedono per successione, a titolo indiviso, due appartamenti sulla stessa palazzina. Ora vorrebbero entrare in possesso a titolo personale ognuno per il proprio immobile. Obbligo APE? (non vi è scambio denaro ne permute ma solo variazione di proprietà).
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-07-20 12:25
E' un cessione, quindi necessita di ape. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Andrea 2019-07-16 11:40
Buongiorno, vi chiedo un informazione.
cit. "Inoltre, non è obbligatoria in caso di sostituzione della caldaia, radiatori, infissi e finestre o impianto di riscaldamento, installazione del cappotto termico o pompa di calore (raffrescamento: climatizzatore, condizionatore), frazionamento, cambio di destinazione d'uso, rifacimento del tetto, a seguito di relazione energetica "ex legge 10"..."
questa parte di documentazione da quale decreto è stato preso?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# LISA GASTALDI 2019-05-27 14:42
Buongiorno,ottimo articolo. Le chiedo:
ho un capannone sito in provincia di Milano classificato come D8 fatisciente con i serramenti mancanti o rotti, soffitto a buchi.. dichiarato in una relazione tecnica e perizia di stima non agibile... è necessario fare l'Ape?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing, Vincenzo 2019-05-27 18:27
Dipende se può essere definito rudere: "manufatti oramai compromessi nella loro struttura edilizia, che
non possono essere recuperati attraverso semplici interventi di restauro e/o manutenzione ordinaria o straordinaria." In questo caso non occorre l'ape...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Virgilio 2019-04-13 13:42
Salve. Devo cedere un’ attività commerciale con cat catastale c.1, è obbligatoria la certificazione energetica?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-04-15 09:23
Si Virgilio, saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2019-04-08 12:42
E' necessaria la redazione di APE per locale ad uso edicola stagionale di superficie circa 30mq senza alcun tipo di impianto termico e produzione acs?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-04-08 20:35
Come viene indicata in visura?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Enrico 2019-04-01 12:14
Buongiorno ottimo articolo.
le pongo la seguente domanda, secondo lei una struttura adibita a bar accatastata come C/1posta direttamente sulla spiaggia ed aperta esclusivamente durante la stagione estiva necessita di APE o ricade nei casi elencati all'art 3 comma 3 lettera e del D.lgs 92/05.
ringrazio e porgo distiniti saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera Ing. Madera 2019-04-01 19:05
Un pò forzata...io certificherei
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# tecnico 2019-03-25 15:12
Buongiorno.

La certificazione energetica è un documento da allegare obbligatoriamente alla documentazione per il rilascio del permesso di costruire o può essere allegato in un secondo momento ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera Ing. Madera 2019-03-26 14:38
E' successivo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco Sticca 2019-03-19 10:36
Ciao! Per un D10 (lavorazione prodotti agricoli) è obbligatorio redigere APE o AQE per l'agibilità? Il locale ha una superficie calpestabile di 645 mq con tetto a doppia falda Hmin 3,95 Hmax 5,50. Attualmente è sprovvisto di impianto di riscaldamento. Ha 4 portoni da 3 m l'uno, con finestre soprastanti che percorrono il perimetro dell'edificio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera Ing. Vincenzo 2019-03-19 16:34
A mio parere si...saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# MARCONI GIUDITTA 2019-03-12 09:58
Buongiorno,
ho a che fare con un'unità censita come C/1, ma si tratta di una semplice vetrina espositiva di circa 4 mq.
E' obbligatorio allegare l'APE in un atto di vendita?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera Ing. Vincenzo 2019-03-12 16:08
Non ci sono limiti di superficie, quindi si....saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gabriele 2019-02-18 16:23
Buongiorno e grazie per l'ottimo articolo.
Vorrei un ulteriore chiarimento: nel caso di locale di 20mq con destinazione C/2 dove è stato messo un bagno (non segnalato come tale ma solo come vano) ed uno split per riscaldamento e raffrescamento è necessario l'APE per compravendita? So che l'utilizzo non può essere abitazione ma e quindi non ci vorrebbe ma è dotato di impianto termico...
Grazie pr la risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Massimiliano 2019-01-29 11:32
Per un negozio (C/1), di 70 mq, sprovvisto di impianto di riscaldamento, devo fare comunque l'APE in caso di contratto di affitto? La ringrazio anticipatamente per la Sua risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-01-29 16:46
Salve Massimiliano, si è necessaria....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-12-20 10:43
Per la sostituzione di una caldaia (da una "normale" ad una a condensazione) è obbligatorio aggiornare/rifare l'APE? Domando ciò perché qui ha riportato che non è obbligatorio, mentre nel link "obbligo di aggiornamento della certificazione energetica" e quindi anche secondo l'art. 6 del Dlgs 192/2005 invece occorre aggiornare. In particolar modo, per le detrazioni fiscali previste per la sostituzione della caldaia, l'aggiornamento/rifacimento dell'APE c'è chi lo chiede e chi no. La ringrazio se riuscisse a rispondermi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Delio 2018-12-20 09:36
Buongiorno, avrei un quesito da sottoporle.
Possiedo un'azienda agricola con licenza di Agriturismo. Gli edifici destinati a tale attivita' sono accatastati come D10 (fabbricati connessi all'attivita' agricola) in quanto l'esercizio dell'agriturismo e' considerato dalla legge un'estensione dell'attivita' agricola. Alcuni di questi edifici hanno riscaldamento altri no. Nessuno e' provvisto di condizionamento. In questa situazione l'APE e' obbligatoria? Grazie, Delio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-12-20 09:52
A mio parere si...saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Jacopo 2018-11-22 18:04
Ciao, ottimo articolo davvero.
Nel caso di compravendita di un immobile di cat. c/2 ma utilizzato come casa vacanze (c'è solo l'impianto per l'acqua calda sanitaria) cosa si deve fare invece? Il tecnico che ho interpellato mi dice che lui deve valutarlo per l'utilizzo standard e quindi per c/2 non è necessario l'APE mentre invece la mia agenzia immobiliare mi richiede l'APE. A chi devo dare retta?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-23 13:41
Salve Iacopo,
in realtà il c2 non potrebbe usarlo come casa vacanze. Lo venderà come c2 quindi non è necessaria l'ape...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Davide 2018-11-21 13:51
Complimeni bell'articolo!
Nelmio caso sono locatore di un ristorante e sto per registrare un nuovo,contratto, sempre con lo stesso cliente dopo un contratto arrivato alla fine di anni 6+6, adesso per la nuova registrazione del contratto devo far redigere l'Ape?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-21 16:01
Immagino la certificazione non sia scaduta. In questo caso deve essere aggiornata solo in questi casi studiomadera.it/.../...
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lucio 2018-08-21 21:10
Per le categorie C/1 e C/2 va fatto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-22 21:12
Si, per le cat. C1 si deve fare perché sono locali commerciali e c'è lo stazionamento di persone. Per le C2 no perché sono magazzini e depositi quindi non ci vuole.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Chi sono: Vincenzo Madera - Ingegnere laureato all'Università degli Studi di Firenze. Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter. Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè, Bei e Nannini, Novaservice. 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo