OBBLIGO AGGIORNAMENTO certificazione energetica APE

Quando è obbligatorio l'aggiornamento della certificazione energetica APE?

obbligatorio l'aggiornamento della certificazione energetica APE

Secondo l'articolo 6 del DLgs 192/2005, la certificazione energetica deve essere aggiornata "ad ogni intervento di ristrutturazione o riqualificazione che modifichi la classe energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare".

Quindi, nel caso di interventi sull'involucro della casa:

  • sostituzione del portone di ingresso;
  • posa del cappotto termico o dell'isolamento interno o in intercapedine;
  • sostituzione degli infissi o installazione di schermature solari;
  • ristrutturazione o posa dell'isolante sul tetto;
  • rifacimento o nuova realizzazione del vespaio;

Oppure, gli interventi che riguardano gli impianti della casa:

  • nuova caldaia a condensazione, a pellet o altri combustibili;
  • installazione delle termovalvole sui radiatori;
  • installazione di un cronotermostato;
  • nuova pompa di calore;
  • nuovi termosifoni o termoconvettori;
  • nuovo boiler (scaldacqua);
  • installazione di un impianto fotovoltaico o solare termico;

  • installazione o sostituzione della ventilazione meccanica controllata VMC;

Oppure, nel caso di cambio di destinazione d'uso dell'unità immobiliare o cambio degli estremi catastali (foglio, particella, subalterno), magari a seguito di un frazionamento. Lo stesso dicasi, nel caso di ampliamento o fusione di più unità abitative..

Inoltre, in caso di deposito della segnalazione certificata di agibilità SCA occorre allegare l'attestato e quindi aggiornarlo.

Attenzione, la certificazione non deve essere aggiornata subito dopo che realizziamo gli interventi, ma quando ci troveremo nei casi di obbligatorietà indicati dalla legge: compravendita, locazione o affitto.

Ho pensato che, potrebbe interessarti anche l'articolo su quando è obbligatoria la certificazione energetica.

Alla scadenza, dopo 10 anni, l'unità immobiliare necessita di un nuovo certificato da redigere solo nel momento in cui si ha l'intenzione di vendere o affittare l'immobile.

Il costo dell'aggiornamento è pari a quello di una nuova certificazione energetica. 

In caso di violazione, si rischia la nullità dell'eventuale contratto stipulato, oltre ad una sanzione pecuniaria dai 300 ai 18.000 €.

Spero che l'articolo ti sia stato utile. A presto. Vincenzo

Commenti  
# Eva 2019-09-14 14:34
Buongiorno, mi chiedevo se in caso di vendita di un appartamento avente ACE del 2011 non ancora scaduta, sono obbligata a fare l’APE avendo effettuato interventi migliorativi tra il 2014 ed il 2016.
O se posso presentare in sede di atto la certificazione energetica ancora valida.
Mi scuso per il disturbo
Grazie
Eva
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-14 17:16
No Eva, deve realizzarne una nuova. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Chi sono: Vincenzo Madera - Ingegnere laureato all'Università degli Studi di Firenze. Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter. Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè, Bei e Nannini, Novaservice.  

facebook linkedin

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo