Certificazione energetica APE immobile SENZA LIBRETTO 2024

Attestato di prestazione energetica per gli immobili senza libretto di impianto. Come comportarsi e per quanto tempo è valida l'APE?

ape senza libretto impianto o senza impianto

Per poter emettere un attestato di prestazione energetica è obbligatorio il libretto di impianto, salvo alcune casistiche. Prima di tutto deve essere presente un impianto, o generatore ritenuto tale, all'interno dell'immobile oggetto di certificazione. Quindi, vediamo la definizione di impianto.

Definizione di impianto

Prima di tutto andiamo a definire cos'è l'impianto termico secondo la normativa Dlgs 48 del 2020:

"impianto tecnologico fisso destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, o destinato alla sola produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione, accumulo e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolazione e controllo, eventualmente combinato con impianti di ventilazione. 

Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente alla produzione di acqua calda sanitaria al servizio di singole unità immobiliari ad uso residenziale ed assimilate;"

Quindi, un immobile dotato di solo scaldaacqua è privo di impianto, così come un'unità riscaldata con le sole stufette elettriche non fisse. Per approfondire, clicca qui.

La validità, in caso di assenza di impianto, è di 10 anni.

Per quanto tempo è valido il certificato energetico APE?

Secondo l'art. 6 c. 5 del D.lgs. 192/05 e s.m.i. "La validità temporale massima è subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica dei sistemi tecnici dell'edificio, in particolare per gli impianti termici, , comprese le eventuali necessità di adeguamento, previste dai regolamenti di cui al d.P.R. 16 aprile 2013, n. 74, e al d.P.R. 16 aprile 2013, n. 75."

Quindi per garantire all'APE la durata di 10 anni bisogna rispettare le scadenze per i controlli di manutenzione ed il rapporto di efficienza ai sensi del D.P.R. n.74 del 16/Aprile/2013. Scopri ogni quando vanno realizzati i controlli per una caldaia, clicca qui.

Sempre secondo il Dlgs 192/05, la validità dell'APE nel non si rispettino tali disposizioni è limitata al 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui è prevista la prima scadenza non rispettata per le predette operazioni di controllo di efficienza energetica.

Sempre secondo il Dlgs, il libretto di impianto deve essere allegato all'APE.

Generatore senza libretto. Che fare?

A tale proposito ci viene in aiuto il Ministero dello Sviluppo Economico con la FAQ 2.7 dei "Chiarimenti in materia di efficienza energetica in edilizia" pubblicati nell'agosto 2016 nella quale ha specificato quanto segue:

"Emettere un APE senza allegare il libretto di impianto comprensivo dei relativi allegati, tra cui anche un valido rapporto di controllo di efficienza energetica, significa dichiarare che l’impianto è stato ed è esercito dal responsabile in violazione di quanto previsto dal D.lgs.192/05 e dal DPR 74/2013 per cui è applicabile la sanzione amministrativa prevista dall’art. 15 dello stesso D.lgs. 192/05 e s.m.i..

All’atto dell’emissione dell’APE, se necessario, occorre quindi far redigere il libretto di impianto e dotarlo degli allegati richiesti compreso un valido rapporto di controllo di efficienza energetica. Solo nel caso che l’impianto sia distaccato dalla rete del gas o dichiarato dismesso o disattivato (al catasto degli impianti termici se operante) può mancare il rapporto di controllo di efficienza energetica in corso di validità.

Ne segue che, far redigere un libretto è obbligatorio e il rapporto di controllo di efficienza può essere evitato qualora si comunichi (alla regione) che l'impianto è dismesso o disattivato.

Spero che l'articolo ti sia stato utile, a presto, Vincenzo.

 

Leggi anche:

Migliori caldaie a condensazione

Migliori condizionatori / climatizzatori

Migliori scaldabagno elettrici

Accetto la Privacy policy

____________________________

 

CHI SONO?

Ciao, sono Vincenzo e amo tutto ciò che riguarda l’edilizia.

Vincenzo MaderaFin da ragazzo, mio padre Gennaro mi portava sui cantieri. Quell'ambiente fatto di persone umili, gentili e simpatiche mi ha colpito. Proprio per questo motivo, ci passerei intere giornate, bevendo pessimi caffè e ascoltando le strabilianti avventure dei muratori, per poi tornare in studio a scrivere articoli.

Ecco la mia seconda passione. Mai avrei pensato di creare un blog. Eppure, a sorpresa le pagine del mio sito hanno raggiunto picchi di 60.000 volte ogni giorno. Parlo di edilizia, strutture, impianti, energetica e interior design e insieme a mia sorella Rosa portiamo avanti il nostro studio a Firenze.

Spero che, grazie al web, diventeremo amici:

Whatsapp madera facebook  linkedin youtube insta

_________________________________