Migliori caldaie a condensazione 2019: guida completa su come sceglierle e sui prezzi di mercato. Sulle detrazioni, le tipologie, i terminali (termosifoni, impianto a pavimento, fancoil), i costi, i consumi e le potenze di una caldaia. Inoltre, indicherò le recensioni e le opinioni dai forum e dal web.

migliore caldaia condensazione prezzi recensioni

Per tutto il 2019 è stata prorogato il Bonus fiscale (detrazioni IRPEF, risparmio energetico) per l’installazione di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A (la detrazione non spetta, se si installano caldaie con efficienza inferiore a questa classe) al 50% e non più al 65%Resta al 65% solo nel caso che, alla caldaia a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A venga accoppiato un sistema di termoregolazione evoluto, appartenente alle classi V, VI oppure VIII (es. termovalvole, cronotermostati etc.). Vedremo in seguito di cosa si tratta.

Immagino che ti sia posto alcune domande: quale caldaia scegliere, quanto costano, quali sono le migliori marche e modelli. Cercherò di fornirti le informazioni fondamenti per farti acquistare la caldaia più adatta a te e non farti commettere degli errori.

Prima di segnalarti le migliori marche e modelli di caldaia a condensazione con i relativi prezzi, vediamo quali aspetti considerare nella scelta del tipo di caldaia e dell'impianto:

Quali sono le principali tipologie di caldaia?

Per non sbagliare, bisogna avere ben chiaro cosa vogliamo e che caratteristiche deve avere la nostra caldaia.

In una caldaia dovrai scegliere:

1 il combustibile: utilizzato per creare calore: il metano, il gpl, il gasolio, la legna o il pellet (biomassa). Il metano è sicuramente il più utilizzato, per via della spesa iniziale contenuta, dei costi per riscaldamento medio\bassi, della necessità di poco spazio e del tipo di combustione poco inquinante. Inoltre è completamente automatizzabile e comandabile a distanza ed è sottoposto a limitate operazioni di manutenzione. Direi che se hai il metano a disposizione potrebbe essere un'ottima scelta.

Il GPL è più costo costoso, come il gasolio che è anche più inquinante. Di solito vengono utilizzati quando le condotte del metano non raggiungono l'abitazione. Stesso dicasi per la biomassa che è più economica. Casi tipici sono i piccoli centri urbani e la campagna.

2 la Potenza termica: necessaria per scaldare gli ambienti: le caldaie di casa hanno potenze tra i 26 kw e i 35 kw per gli appartamenti più grandi. Vedremo in seguito quale scegliere;

 

la tecnologia di scambio del calore: la caldaia attraverso i fumi della combustione, trasferisce calore all'acqua che scorre nei tubi. La temperatura dei fumi all’uscita della caldaia è quindi indicativa della “bontà” del processo, ovvero del rendimento dell’impianto (più i fumi escono freddi dalla canna fumaria, maggiore è il rendimento, in quanto risulta maggiore il calore trasferito al fluido che circola nei termosifoni). Le caldaie a condensazione hanno rendimenti (efficienze) molto alti, dell'ordine del 98%, in quanto i gas di scarico, che nelle vecchie caldaie salivano direttamente nel camino, ora vengono riutilizzati per pre-riscaldare l'acqua di ritorno utilizzata per riscaldare i termosifoni. Quindi come tecnologia di scambio utilizzerei quella della caldaia a condensazione, anche perché è l'unica che si trova in commercio.

Prima di scegliere la caldaia più adatta alle tue esigenze, inoltre, devi sapere quali terminali installerai in casa:

Quali terminali scegliere in base alle esigenze? Termosifoni, riscaldamento a pavimento o ventilconvettori?

La scelta del terminale è, a mio parere, la decisione più importante per quanto riguarda i consumi futuri e il comfort interno della nostra casa. Valuta tutte le opzioni!!

Partiamo con gli impianti ad alta temperatura, cioè quelli utilizzati per i radiatori, termosifoni, termoarredi e ventilconvettori. Con questi impianti sono necessarie caldaie ad alta temperatura, in cui l'acqua della rete di distribuzione scorre ad una temperatura tra i 70 e gli 80 C°. Sono gli impianti più utilizzati, ma mantenere queste temperature è sicuramente più costoso che gestire l'impianto a 40°.

Ma quali termosifoni accoppiare ad un impianto ad alta temperatura:

  • in ghisa: il vantaggio/svantaggio sta nell'alta inerzia termica (occorre tanto tempo per scaldarsi e tanto tempo per raffreddarsi). Ciò significa che, spegnendo l’impianto di riscaldamento, un termosifone in ghisa sarà in grado di propagare ancora calore nel locale, ma, di contro, il termosifone in ghisa richiederà parecchio tempo per scaldarsi. Inoltre, per via della fragilità del materiale, hanno maggiori dimensioni ed esistono importanti limiti nelle forme. Sempre meno utilizzati;

  • in acciaio: leggeri e poco ingombranti, ampia gamma di design. Si scaldano in maniera decisamente più veloce di quelli in ghisa, ma allo stesso tempo si raffreddano in tempi molto inferiori.  Sconsigliati in generale per il riscaldamento di grossi ambienti (sale e soggiorni), in quanto hanno prestazioni energetiche inferiori all'alluminio. Il termosifone in acciaio ha un costo molto elevato;

  • in alluminio: si collocano a metà strada fra i termosifoni in ghisa e in acciaio, sia per costi che per design. Sono i più economici e anche più facili da installare di quelli in acciaio. Hanno le rese migliori, cioè hanno rendimenti migliori!!!

Nel caso optassi per i radiatori, io consiglio sempre l'alluminio, per i costi e per la resa, ma sentiti libero.

Ho pensato potesse esserti utile la guida completa sui radiatori: caratteristiche, migliori marche e prezzi.

Mentre, gli impianti a bassa temperatura sono ad esempio il riscaldamento a pavimento o con pannelli radianti;  in questi casi la caldaia funziona a bassa temperatura, con l'acqua dell'impianto che non supera i 45 C°. Il costo di installazione e la fornitura di questi impianti è maggiore rispetto agli altri ad alta temperatura, ma, viste le basse temperature di esercizio, risultano essere un ottimo investimento a lungo termine.

Le caldaie a condensazione, fino a qualche anno fa, erano considerate compatibili solo con gli impianti a bassa temperatura, ma attualmente sono le uniche in commercio e raggiungono una grande efficienza energetica anche ad alte temperature (di solito hanno rendimenti del 98%).

Arriviamo agli aspetti economici:

Quanto costa installare una caldaia a condensazione?

Le caldaie a gas metano o gpl, per potenze tipiche delle abitazioni standard tra 24 e 35 kw, hanno un prezzo che oscilla fra 500 e 2000 euro, in base al modello e al marchio; stesso vale anche per le caldaie a pellet. Al costo del prodotto vanno aggiunte le spese per la manodopera, che vanno da 250 a 500 euro.

Come accennato, per ottenere l'ecobonus dovrai montare anche un sistema di termoregolazione evoluto, appartenente alle classi V, VI oppure VIII. Per approfondire ti consiglio questo articolo.

Inoltre, è conveniente acquistare la caldaia in prima persona, in quanto le imprese applicano una maggiorazione dovuta alle tasse che ci pagheranno sopra. Su internet, in particolare, si trovano notevoli offerte. Io ne approfitterei!!

Quanto consumano mediamente le caldaie?

Il costo del gas, prodotto da una caldaia domestica a metano, si aggira attorno agli 0,70-0,90 euro/mc in base al fornitore e alla quantità di consumo. Una recente indagine Istat ha rivelato che, per un’abitazione dotata di caldaia a metano, si spendono in media 1.000 euro l’anno. Per le caldaie a gasolio, il prezzo del riscaldamento si aggira attorno ad 1,50 euro/ litro (spesa media annua famigliare 1.400 euro), mentre il costo del pellet si aggira sui 4,5-5,0 euro per un sacco da 15 kg, pari a 0,30-0,33 euro/kg (spesa annua famigliare 450 euro circa).

Classi energetiche delle caldaie: rendimenti e stelle?

Il rendimento di una caldaia non è altro che il rapporto tra l'energia prodotta dalla caldaia e l'energia consumata dalla stessa per produrla. Per molte caldaie a condensazione, potrebbe sembrare assurdo, ma il rendimento è superiore al 100%. Sembrerebbe, quindi, che la caldaia produca ulteriore energia rispetto a quella che consuma. Naturalmente ciò non è possibile, ma è conseguenza di grandezze e definizioni prese in considerazione per determinare il rendimento.

Tutte le caldaie dal 1996 devono essere classificate in base alla loro efficienza energetica. Sono state indicate 4 classi di efficienza energetica: 1 stella ★, 2 stelle ★★, 3 stelle ★★★, 4 stelle ★★★★. 

Maggiore è il numero di stelle, maggiore sarà il rendimento e maggiore è il risparmio energetico garantito dalla caldaia. Attualmente le caldaie a 1 o 2 stelle non vengono nemmeno più prodotte.

Inoltre, dal 26 settembre 2015, i sistemi per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria devono essere dotati di etichetta energetica, nel rispetto di quanto previsto dai regolamenti emanati dell’Unione Europea.

Le caldaie a condensazione si inseriscono nella classe A (A+ con l'aggiunta di kit aggiuntivi modulanti).

Ps: se dovessero proporti una caldaia a condensazione A++, stanno cercando di raggirarti, non si raggiungono quei rendimenti con queste caldaie.

Ma di quale potenza hai bisogno...

Quale potenza deve avere la caldaia?

La potenza della caldaia deve essere scelta in base alle dimensioni dell’appartamento, all'orientamento, all'isolamento della muratura etc.. Per un calcolo preciso avremmo bisogno di un ingegnere, al fine di determinare esattamente la potenza necessaria.

Fortunatamente, per le nostre case, possiamo adottare un metodo approssimativo per determinarla. Partiamo dal calcolo delle aree:

non tutti i locali di un’abitazione sono riscaldati (veranda, sottotetto, garage, ripostiglio, lavanderia, vano scala, ecc.), per cui non dovrai considerare la superficie totale del tuo appartamento, ma solo quella dei locali riscaldati. Quindi, munito di metro, oppure di planimetria e righello moltiplichiamo i lati delle stanze e determiniamo la superficie riscaldata in mq (m x m). Fatto ciò moltiplichiamo la superficie per l'altezza delle stanze (in genere 2,7 m) ottenendo i mc e quindi il volume riscaldato.

Il fabbisogno di calore necessario per riscaldare un metro cubo di volume è approssimatamente 0,05.  

Ne deriva che, moltiplicando il fabbisogno per i mc di abitazione, otteniamo il fabbisogno complessivo e, quindi, la potenza richiesta alla caldaia.

Potenza richiesta= (0,05  x mc del volume riscaldato)

Se con la caldaia vuoi anche riscaldare l'acqua di un bagno e una cucina aggiungi al risultato 10 kw. 

Otterrai un valore, ma essendo le potenze disponibili in mercato fisse, è molto difficile che la potenza calcolata corrisponda esattamente a quella di una caldaia in vendita. Naturalmente devi scegliere la potenza che si avvicina di più al risultato. 

In ultima battuta, un fattore da tenere molto in considerazione nella scelta della caldaia è la potenza modulante, cioè il range di potenza dal minimo al massimo, che la caldaia può dare. Più la forbice di questi valore è ampia, più la caldaia è di ottima qualità. Per esempio: Potenza Kw 6-18 è migliore di Potenza Kw 10-14. Questo dato è molto importante, perché consente di adeguare maggiormente la caldaia al tipo di impianto e, con termoregolazione, alla temperatura esterna, consentendo rendimenti maggiori.

Ora dovremmo avere chiarito ogni aspetto tecnico, siamo pronti per la scelta:

Quali sono le marche delle caldaie migliori e più affidabili?

Per essere imparziale, tra le migliori marche, ti indicherò quelle scelte direttamente dagli installatori in un sondaggio di una nota rivista di settore: Vaillant, Ariston, Beretta, Ferroli, Baxi e Immergas, Riello, Viessman. Nel mercato abbiamo tante possibilità e sicuramente grazie alle indicazioni date in precedenza sceglierai la caldaia migliore per te. Affidati alle recensioni e alle opinioni del web, sono state postate da persone che hanno acquistato prima di te e quindi sapranno consigliarti!!

Vediamo alcuni dei migliori modelli, tutti con classe ★★★★, con le caratteristiche e i costi, e potenza 35 Kw:

CALDAIA

RENDIMENTO

(a 70°)

 PREZZO 

RECENSIONI

DAL WEB

VAILLANT

ecotec plus

108%

 1720 €

5/5

ARISTON

genus one net

98%

1390 €

4/5

RIELLO

family ar 35 kis

98%

1690 €

 3,5/5

VIESSMANN

Vitodens 222-W

109 %

2100 €

5 / 5

Vediamo ora le caldaie con potenza 24 Kw:

CALDAIA 

RENDIMENTO

 (a 70°)

 PREZZO 

 RECENSIONI

DAL WEB

FERROLI

bluehelix tech 25c

98 %

 805 €

5/5

BAXI

luna3 Avant 240 Fi

97 %

709 €

4/5

IMMERGAS

 Victrix 24 TT ErP

98 %

 1050 €

4/5

 

Spero che il mio articolo ti sia stato utile. Un abbraccio. Vincenzo 

Tags: Caldaia murale da interno e esterno – caldaie per impianti autonomi – caldaia con produzione di acqua calda sanitaria – caldaia camera aperta e camera stagna – caldaie specifica per l’esterno – caldaie tradizionale e caldaia a condensazione – riqualificazione energetica con caldaie a condensazione – canna fumaria per caldaia autonoma e scarico a parete – potenza della caldaia – impianti ad alta e bassa temperatura- murali - installate a muro

Aggiungi commento


Commenti  
# MASSIMILIANO 2019-02-22 22:49
ma Weishaupt non la tenete in considerazione???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# natale 2019-02-16 12:30
buongiorno ing.madera dovendo cambiare caldaia e dovendo metterne una a condensazione, ho richiesto dei preventivi. Mi hanno dato due preventivi di due caldaie,
1) vailant ecotecplus vmw 306/5-5h
2) cosmogas novadens 34 k
la seconda ha un prezzo un po' piu alto pur non avendola mai sentita; cosa mi consiglia se posso chiedere. la ringrazio anticipatamente per l'eventuale risposta.
saluti natale
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Elisa Brolis 2019-02-15 19:55
Grazie mille!
Ottimi consigli!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Vincenzo 2019-02-15 13:56
Buongiorno Dr. Madera,
Sto cercando sul mercato offerte per un impianto fotovoltaico con accumulatore e caldaia a doppia condensazione. Questo, in quanto ho un eccessivo consumo di gas(1800€anno) ed energia El. (1700€anno).
La casa è parte di una bifamiliare su 4 livelli ( di cui uno seminterrato e uno mansarda di ca
65 mt per livello. Riscaldamento con 15 radiatori. Ho ricevuto diverse offerte con differenze abissali che mi creano molti dubbi.
Cosa mi consiglierebbe?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-02-15 16:45
Quali marche le hanno proposto, con che caratteristiche e a che prezzi...saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Raffaele 2019-02-14 15:03
buongiorno, cosa ne pensa di una elco thision mini 2.0 net da 30.2kw, in una villetta da 150mq su tre livelli
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ettore63 2019-02-06 21:40
Salve. Vorrei cambiare la mia caldaia Radiant con un'altra della della stessa marca con accumulo 20 lt la R2k2/20.
Ritiene una buona scelta per una casa di 120 mq su due piani? Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-02-07 21:55
Stessa potenza integrando con l'accumulo? Se si è trovato bene non cambi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-01-04 11:31
Salve Domenico,
si le metterei le valvole, regolando la temperatura per ogni singolo ambiente, ammortizza i costi in poco tempo. Per le detrazioni il discorso non è così semplice, ma niente di impossibile. Le consiglio l'articolo studiomadera.it/.../...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Domenico 2019-01-04 05:07
Buongiorno ing. Madera. Interessante articolo!
La mia caldaia vaillant salvaspazio ssembra essere arrivata al capolinea dopo 17 anni e dovrei quindi cambiarla. Ho 9 termosifoni distribuiti in appartamento di 130 mq su due livelli. Mi consiglia di fare aggiungere anche valvole termostatiche? Quale sarebbe il reale vantaggio oltre al discorso detrazione fiscale del 65% invece che del 50%? A proposito di detrazione fiscale: per ottenerla basta presentare in fase di dichiarazione dei redditi la fattura del lavoro o bisogna presentare anche qualche altra certificazione?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing, Vincenzo Madera 2019-02-13 08:59
Salve Domenico,
per le detrazioni consiglio l'articolo studiomadera.it/.../....
Il vantaggio è che può regolare la temperatura in ogni singolo ambiente o programmarla. Seziona gli ambienti in pratica...considerato il costo, non avrei dubbi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2019-01-02 18:50
buonasera, devo cambiare caldaia e il tecnico mi ha proposta una caldaia MCN. Non trovando opinioni in internet volevo sapere se è affidabile o meglio orientarsi su altre marche. grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2019-01-02 11:54
Salve, saprebbe dirmi del costo per una caldaia a condensazione serie MIXFLAME HM25
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2019-01-03 12:27
3152euro da listino prezzi del 2017
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-12-18 16:00
salve, cosa mi dite delle caldaie ELM LE BLANC. La mia è durata senza problemi per 23 anni e ora devo cambiarla, ma non la trovo più consigliata nei vari siti... grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-12-25 17:48
Ottima marca. Ancora oggi è tra le migliori....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Francesco 2018-12-14 21:16
Salve, cosa ne pensa delle caldaie Atag?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2018-12-05 16:02
SALVE MOLTI SI LAMENTA DELLA VAILANT ,CHE NON SONO PIU COME UNA VOLTA,LEI CHE NE DICE...
ARISTON COME è??
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2019-01-01 12:42
Tutte le marche "non sono più come una volta".
A me non dispiace affatto la Valliant. Ariston ancora dice la sua
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# salvatore 2018-12-03 10:40
Salve,
io dovrei integrare la seconda serpentina di un boiler da 750 litri ACS, alimentato nella prima serpentina a pannelli solari, con una caldaia a Gpl.
Volevo sapere la potenza di una eventuale caldaia.
la ringrazio e la saluto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio 2018-11-30 11:58
Salve. Ho chiesto preventivi per installare una caldaia a condensazione per un impianto nuovo e mi hanno suggerito questi modelli:
- Baxi 7219550 duotec + 33GA: 28 kw
- Vailand ecotec +Vmw306/5-5h: 30 Kw
Può darmi un giudizio di massima?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-12-03 12:48
Stesso rendimento....valliant costa di più di solito ma è una garanzia...Baxi più economica, ma anche affidabile...se vuole risparmiare Baxi, se vuole una minima sicurezza in più Valliant
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-30 11:49
articolo utilissimo grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2018-11-27 17:42
Salve, vorrei avere un commento sulla caldaia Joannes, a quanto ho capito si tratta di una tra le migliori marche in commercio.
In tutti i casi , io dovrei cambiare la caldaia per una villa di 190 mtq suddivisa in due piani, cosa mi consiglia ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-28 14:55
Dovrebbe essere una buona caldaia, ma non ho riscontri o esperienze personali....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-25 17:21
Buongiorno ing. Madera
Avrei bisogno di cambiare la mia vecchia caldaia Baltur con una nuova a condensazione in un appartamento di 90 mq.
Mi sono state proposte le seguenti:
Baltur perfecta 25 sk (classe A)
Baxi prime 26
Viessmann vitodens 050 W.
Volevo chiederle quale mi consiglia.
Ringrazio anticipatamente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Vincenzo Madera 2018-11-25 19:33
Salve,
essendo buone marche, faccia un rapporto prezzo/rendimento.....
saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Michele 2018-11-22 15:02
Buongiorno ing. Madera
Io devo sostituire la mia vecchia e malfunzionante caldaia classica con una caldaia nuova a condensazione. L'impianto è già esistente (7 termosifoni, 80m2 di appartamento 1 bagno 1 cucina, 24kw la caldaia precedente). Però mi trovo difronte ad un problema il quale i diversi installatori propongono soluzioni più diverse e disparate anche citando la legge.
Attualmente la caldaia è installata in poggiolo aperto in un'armadio apposito per proteggerla e kit antigelo. Io voglio tenere nella stessa posizione la nuova caldaia ma non ci sono a portata possibilità di scarico della condensa (colonne pittosto che grondaie, ecc...). Ci sono delle soluzioni esistenti per questi casi e cosa si può o meno fare? (Tanica piuttosto che evaporatori, ecc..).
Mi trovo anche in difficoltà per la scelta della marca e del modello. Sono tutte talmente diverse per fare la stessa cosa che non so scegliere. Per ora mi sono state proposte Ariston, Bosch ma non mi convincono un granché come marchi.
Ultima cosa, merita scegliere una caldaia smart piuttosto che un termostato smart (installabile successivamente) e perché?
La ringrazio e complimenti per il suo articolo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Vale 2018-11-19 23:48
Buonasera, volevo chiederLe un consiglio.. abito in una casa ristrutturata con muri di 80 cm, misto tra pietra tufo e mattoncini , è composta in due livelli ognuno di 45 mq circa..e sprovvista di metano avevo fatto una predisposizione per il camino ad acqua con caldaia a condensazione , ma poi mi hanno suggerito di mettere il camino ad aria ( visto che a casa non ci siamo quasi mai).. il problema è che prima che il camino arriva a temperatura x scaldare la camera al piano di sopra ci vuole parecchio tempo ed inoltre la seconda camera non viene riscaldata quasi per nulla..e il bagno e il corridoio rimangono freddi ..visto che la caldaia si è rotta ho pensato di sostituirla con una nuova a 22 kw ed inserirci la pompa di calore aria acqua.. ma i costi sono elevatissimi e se non si hanno dei pannelli solari la bolletta dell' enel lievita nei mesi piu freddi... oppure pensavo di cambiare il camino e di metterci quello di cui avevo già la predisposizione (ad acqua) oppure cambiare la caldaia acquistandola a rate con le compagnie di elettricità e mettere una piccola stufa a pallet al piano superiore... cosa mi consiglia... può chiarirmi un pochino le idee.. Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-20 18:07
Vale, viste le inefficienze del passato, prenda un termotecnico, spenderà 500 € ma le studia che sistema utilizzare....e riprende i soldi il primo anno
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio 2018-11-19 16:07
Buona sera,
sto terminando di ristrutturare un appartamento su due livelli, circa 60 mt per piano (circa 125 mt totali).
- Piano notte: sotto tetto ventilato, legno a vista, 2 camere da letto, locale lavanderia e un bagno con sanitari e doccia.
- Piano ingresso: soggiorno/cucina, locale caldaia e bagno con solo sanitari.
- Esposizione appartamento est/sud.
Devo acquistare la caldaia a condensazione per acqua calda e riscaldamento con termosifoni: circa 110 elementi da distribuire su sei radiatori + 2 termoarredi per i bagni. Che potenza mi suggerisce?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-17 17:52
Buonasera Ing. Madera,
sono Giovanni, tra le mie ricerche ho visto in internet la marca per caldaie a condensazione. Sono rimasto allibito al design della OSA di Unical. Immagino che abbia un costo notevole ma per le altre caldaie, lei che è molto esperto e conoscitore di termini tecnici, ci farebbe una sua valutazione
potrebbe essere inclusa nella sua lista se le dovesse ritenere valide. O forse le ha già prese in considerazione. Grazie di nuovo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-20 23:57
Io nel mio piccolo ho avuto un esperienza negativa....ma forse con il tempo saranno migliorati..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-17 17:25
Buonasera Ing.Madera, devo acquistare una caldaia per una abitazione nuova di 135 mq interni con tetto a vista (h max 4.5/ min 3) , impianto a pavimento.
La casa ha i muri con forati da 30 cm con cappotto da 10 cm , in zona climatica E .L'idraulico dice che va bene da 25 kw, ma qualche rivenditore dice che ci vorrebbe da 28 kw.
Ho guardato le schede tecniche e ho notato che 25kw si riferisce alla potenza sanitaria, la potenza di riscaldamento è di circa 20 kw.
Lei che mi consiglia?
Grazie,
Corrado.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-18 19:14
Oltre che per il riscaldamento, userebbe la caldaia anche per l'acqua calda. Se si, quanti bagni ha? quante docce/ vasche?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giovanni 2018-11-15 19:33
Salve Ingegnere, sto ristrutturando un mio appartamentino di circa 40mq esposto a ovest composto da camera, bagno una piccola lavanderia e una cucina. Le pareti esterne sono in mattoni pieni e pietre, avendo le volte alte 3,60 mt, abbassandole a mt 3,00 potrei avere la possibilità di usufruire del sottotetto di circa 30mq dove poter realizzare un bagno e 2 camere. Attraverso alcune ricerche su internet ho potuto valutare gli elementi Garda S90 alti 1800 in n° di 19 elementi, naturalmente solo per l'appartamento, per il sottotetto valuterò successivamente,(accetto suggerimenti). L'impianto tutto in multistrato ad eccezione da caldaia a centralina in rame. La caldaia naturalmente sono in questo "Forum" per avere maggiori informazioni stavo valutando la Junkers Cerapur compact o la Immergas Tera, naturalmente sono un po' confuso e forse con la Ferroli da lei consigliata nel sito sono più sicuro. Volevo chiederle condivide le mie scelte o dovrei valutare altro? Grazie 1000 PS in provincia di L'aquila
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-15 10:48
Buongiorno Vincenzo,
innanzitutto La ringrazio per la chiarezza e schiettezza. Mi piace molto poi il modo easy con cui si pone nei confronti della platea, io sono beatamente ignorante in materia e credo invece che dopo l’indottrinamento sono molto più consapevole. Abito in una porzione di casa singola esposta su quattro lati, senza cappotto esterno e con impianto tradizionale. La mia caldaia è una berretta di 12 anni fa posizionata in bagno dove ho la doccia. Ho anche una stufa pellet di vecchio tipo che vorrei cambiare adesso con una di tipo Idro, in quanto questa risulta poco efficace, riscalda moltissimo la zona salone cucina e nelle camere fa freddo, quindi devo comunque integrare con il metano ed inconveniente non di poca importanza è pieno di muffa. Stavo pensando anche di cambiare caldaia e passare a quella a condensazione che mi dicono sia da installare necessariamente all’esterno essendoci in lavanderia la doccia. Mi conferma la necessità di cambiare ubicazione e mi può suggerire un modello esterno da incasso che sia efficace? Secondo Lei è utile cambiare adesso entrambe, anche in funzione del Conto Termico (residenza in Lombardia) o è troppo?
Grazie Deborah
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-15 20:07
Salve Deborah,
grazie mille per i complimenti.
In realtà essendo a camera stagna può installarla in casa. In cucina ad esempio.
Come scrivo nell'articolo, ormai tutte le migliori marche offrono buoni prodotti....quindi scelga in base al rendimento....Inoltre, le consiglio l'articolo sulla muffa studiomadera.it/.../130-muffa
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-08 17:12
Salve Ingegnere, dopo 9 anni la caldaia vecchia a condensazione mi ha abbandonato e non vale la pena aggiustarla, sto valutando se rimettere caldaia a condensazione (con scambiatore o con accumulo) o pompa di calore. Abito in una villetta indipendente di circa 140mq su due piani, due bagni uno sotto ed uno sopra con docce,e ho impianto a pavimento giacomini per circa 110mq con due radiatori verticali da bagno. Tenendo presente cio' cosa mi consiglia lei? ed eventualmente la caldaia a scambio rapido o con accumulo?? vado a gpl perchè il metano in questa zona non arriva. Grazie mille anticipatamente. GC
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-08 19:36
Non ha mai pensato al pellet?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-09 12:01
certo, ma me lo hanno sconsigliato perchè sia io che mia moglie a causa del lavoro siamo poco a casa, e cmq non so se dovrei modificare impianto di 10 anni fa gia' predisposto per caldaia a gas.... eventualmete quindi posso attaccare direttamente quella a pellet senza modificare altro? la caldaia ce l'ho esterna, le fanno a pellet per esterno? e poi anche perchè ho impianto a pavimento... lei che mi consiglia quindi...??? ah dimenticavo , non so se puo essere utile, ma abito in provincia di Lecce, con temperature "rigide" solo da novembre/dicembre a marzo/aprile...
Grazie per la sua disponibilita'! Ad maiora !!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-07 15:02
buongiorno, ho una caldaia di 25 anni che serve due appartamenti distinti,uno di 120 e l'altro di 90 mq, e che - pur essendo autonomi - negli ultimi due anni continua a dare problemi (soprattutto elettrici in verità) nel riscaldamento. Ho ipotizzato di mettere una caldaia a condensazione nell'appartamento più piccolo e poi vedremo se cambiare quella vecchia. Ma l'idraulico non è molto convinto, fa resistenza all'idea di mettere un'altra caldaia, dice che ci vuole un locale apposito (ma mia madre ne aveva una in cucinino), ecc ecc. Lo so che due caldaie non sono il massimo dal punto di vista energetico ed ecologico ma credo risolverebbero definitivamente il problema (e forse non dovrei cambiare la caldaia originale). Mi può dare un consiglio? grazie Roberto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-11-07 15:51
Le caldaie si possono installare anche nei locali di casa, bagno cucina etc, in quanto a camera stagna. Sezionare, in passato era conveniente per evitare scompensi, oggi la tecnologia ci viene in aiuto....ma se vuole optare per questa scelta, niente da ridire...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2018-11-06 23:38
salve una domanda,, ma se io ho già un cronotermostato evoluto e voglio cambiare la caldaia, come faccio ad avere gli sgravi al 65?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-05 16:07
Buon giorno ingegnere mi chiamo vito abito in provincia di vicenza ho una termocucina a legna che mi riscalda i termosifoni la caldaia la uso piu' per i sanitari ora la devo cambiare perchè a 10 anni la mia casa é su due piani di circa 180 mq cosa posso istallare grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-11-04 09:58
Grazie per la preziosa consulenza. Ottimo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# nicola 2018-11-02 13:10
buongiorno ingegnere devo cambiare la caldaia abito in una villetta su 2 piani di 120 m...mi potrebbe consigliare e sula marca e sulla potenza.....grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# RENZO 2018-10-27 14:43
Renzo
Salve ingegnere, se possibile vorrei un suo parere su cosa scegliere per la sostituzione di una caldaia a gasolio con annessi pannelli solari gia montati da 10 anni.
rimanere sul gasolio con caldaia a condensazione visto che la cisterna gia cè, passare al metano avendo la rete passante fuori il cancello di casa,o passare al gas? La ringrazio per il consiglio e Le porgo distinti saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-10-27 14:56
Salve Renzo.
Io sono contrario al gpl, se non in assenza di alternative. Però visto che è già installato faccia le sue valutazioni...
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-10-24 21:39
Buona sera , ingegnere.. La mia casa e' una villetta schiera su due piani per un totale di 95 mcq. attualmente riscaldo con una stufa a pellet collegata alla caldaia a gpl. la quale presenta il segno del tempo. Continuando a rscaldare con la stufa a pellet, mi conviene mettere la caldaia a condensazione? La ringrazio per la eventuale risposta. Alessandro 49
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-10-25 09:47
Se riesce a sostenere i consumi con la caldaia a pellet, continui con quella. Molto meglio il pellet che il gpl...
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Franca 2018-10-16 17:21
Salve Ingegnere, mi chiamo Franca. Abito a Prato in un appartamento di ca.115 mq datato 1995, 5 stanze + 2 bagni. Ho una caldaia "FER" gas metano (cambiata nel 2010) sul terrazzo da riscaldamento e acqua calda. Il tecnico è venuto per la manutenzione e mi ha detto che c'è un problema dei fumi e quindi entro il 2019 devo assolutamente cambiarla perché tra un anno dovranno comunicare i risultati negativi dei fumi a Publi-Es e sarà conseguentemente bloccata e chiusa. L'anno scorso è stato fatto una pulizia della canna fumaria condominiale con video ispezione ma la situazione del tiraggio purtroppo non è cambiata. Mi ha detto che non c'è altra soluzione che sostituirla con una caldaia "a condensazione" con tubo scarico esterno e non più nella canna fumaria perché producono solo questo tipo. Gentilmente avvisarmi se il consiglio del tecnico è corretto e se devo cambiarla le chiedo quale potenza 35 Kw o 24 Kw e la migliore marca (Vaillant?) per non doverla sostituire solo dopo alcuni anni. Infine se è meglio e più conveniente comprarla da chi farebbe la manutenzione. Spero ricevere il suo consiglio. La ringrazio anticipatamente, Un saluto, Franca
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-10-15 21:32
Salve ingegnere mi chiamo Sonia e vivo in una casa di 120mq costruita tantissimi anni fa con i muri in pietra di 60cm le finestre sono in alluminio non temperato ma in un futuro le cambiamo. I termosifoni sono in alluminio e ne sono 10/11 ed è suddiviso in 7 stanze e un corridoio. Ho il metano di città che caldaia mi consiglia? E poi è favorevole al cappotto esterno considerando che i muri sono cosi spessi e al piano terra c'è umidità?la ringrazio per la sua disponibilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-10-13 23:41
Bsera ingegnere Madera, sto ristrutturando una casa di 130 m2 con tetto di circa 3 metri. Sto facendo gli impianti nuovi per il riscaldamento con termosifoni la casa ha tre stanze , due bagni e una cucina. Il mio idraulico dice che la caldaia va presa da 25 kw ma sono appena andato in un negozio e il proprietario mi ha detto che non è sufficiente in quanto per essere efficiente visto i due bagni e la cucina bisogna prendere una da 30 kw. L'idraulico non è daccordo. Che Faccio? Ovviamente i costi fra 25 e 30 sono molto diversi. Spero che mi risponda.grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-10-14 14:12
Salve
Attenzione ha bisogno della pratica ed legge10. Se vuole noi ce ne occupiamo. Specialmente se detrae, se fanno i controlli la sanzionano.
A quel punto le fa il calcolo il tecnico della Potenza giusta...
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maurizio Binotto 2018-10-11 13:29
Buongiorno ing. Madera,le chiedo, per ottenere lo sgravio del 65%,oltre che a caldaia modulante,e crono anche ,devo montare le valvole termostatiche.La domanda è questa:tutti i termosifoni devono averla?anche quelli dei bagni?
La ringrazio in anticipo
Cordiali saluti
Maurizio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Vincenzo Madera 2018-10-11 22:42
Salve,
basta il cronotermostato considerato evoluto!!
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Roberto Valli 2018-09-20 11:56
Buongiorno,
credo che ci sia un grossolano errore. La Vaillant e la Veissmann non rendono il 108 e il 109% a 70°C
(guardare qui: vaillant.it/.../...)
Ma tale resa è raggiunta con l'ausilio della condensazione, cioè a bassa temperatura.
A 70°C di mandata la resa è identica alle altre.
Cordiali saluti
Roberto Valli
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-09-16 13:14
buongiorno ing. Madera, Le chiedo un consiglio, se possibile:
abito in una casa realizzata 30 anni fa dai miei genitori, con finestre grandissime (la sala praticamente ha pareti a vetro) e senza accortezze di risparmio energetico, anche perché al piano terra c'è un'officina tutta aperta.
L'impianto di riscaldamento a metano è articolato in termosifoni nelle due zone notte e in ventilconvettori nella vasta zona giorno. Parliamo di circa 220 mq totali più altri 50 mq di una tavernetta a sé stante.
Il tutto è azionato da una vecchia caldaia Vaillant VCW 280 di almeno 22-23 anni fa che va urgentemente cambiata.
Il tecnico Vaillant, passato per i soliti controlli periodici, ha proposto di sostituirla con "analoga caldaia" (non so cosa, non ero in casa, devo semmai risentirlo nei prossimi giorni) per un lavoro da circa 1.700 € tutto compreso.
Paghiamo purtroppo circa 2.500-3.000 euro annui di metano, tenendo casa sempre calda, anche a causa dei bimbi.
Ha qualche consiglio in merito?
Grazie tante
Carlo Rossini
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-09-17 09:15
Salve,
è il classico utente che potenzialmente potrebbe abbattere molto il costo delle bollette!!!
La caldaia sicuramente è da sostituire, addirittura potrebbe investire qualche soldo in più per acquistare una caldaia superiore alle entry level (standard), però questo dipende dalla disponibilità. Valliant pollice in sù!!!
Consiglio un cronotermostato evoluto, anche per ottenere gli sgravi.
Con questo non dico che dimezza le bolletta, ma un buon 30/40 % lo risparmia.
Poi altri interventi sono elencati qui: studiomadera.it/.../...
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-09-14 18:02
Gent. Ing. Madera, ho una casa isolata in cui devo cambiare la caldaia. I metri quadri da riscaldare sono 250 tra 1° e 2°piano. Ho un impianto misto: 135 mq con impianto a pavimento e circa 80 mq di mansarda con riscaldamento a termosifone. Mi hanno proposto caldaie Atag, Junkers e Buderus/Bosch. Avevo una Buderus di 16 anni che ancora funziona, ma purtroppo si è usurata una parte metallica chiusa da guarnizione e anche per motivi di consumo mi hanno consigliato di cambiarla. Ho sicuramente bisogno di 35 kw. Nei preventivi che ho visionato, la differenza tra costo della caldaia ( di solito compresa di centralina) e costo totale è di circa 1500€. Costa così tanto la manodopera, installazione, adeguamento, ecc..? Grazie per l'attenzione, Giancarla
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-09-15 10:12
Dipende dal tipo di intervento, se agiscono solo sulla caldaia o anche sul cronotermostato, dai materiali che adoperano, se abita al nord o al sud....
A prescindere da ciò, se ha fatto più preventivi, e la differenza è la stessa, vuol dire sono i prezzi di zona. Meglio spendere qualcosina in più che affidarsi ad incapaci, questo è indubbio.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-09-15 16:30
Cosa mi può dire della ATAG Italia mod. Iserie 35 kw eco? Non la vedo menzionata da nessuna parte in questo forum. Grazie. Giancarla
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# cristiano 2018-09-10 23:00
<<>>

Ciao a tutti,
e grazie dell'aiuto che mi vorrete dare. Sono di Firenze (zona climatica D) e vorrei sostituire la caldaia classica ormai vecchia di 20 anni, usufruendo degli sgravi fiscali. La casa è vecchia, grande e con i soffitti alti, per cui i 3 installatori a cui ho chiesto un preventivo mi hanno consigliato caldaie con potenza di 34K (PS: radiatori in ghisa). Fra l'opzione ad accumulo o istantanea, propenderei per quest'ultima, considerato che non ho esigenze particolari di velocità/comfort. Girellando sul web, ho indivudato questi 3 modelli, che mi sembrano corretti/dimensionati in termini di costo/qualità:

> Bluehelix Tech RRT 34C
> Valiant Ecotec plus vmw 346/5-5
> VICTRIX MAIOR 35 TT

Questi i dubbi che ho:
> Qualcuno mi dice che Ferroli è pessima storicamente, altri mi dicono che è ottima; Altroconsumo in un test ha premiato un modello simile a quello che ho individuato..quale è la verità?
> Qualcuno mi dice che la Valiant (che per me è sinonimo di garanzia) non è più quella di una volta...
> Un installatore mi ha proposto la Saunier Duval del gruppo Vailant, indicandomela come un buon compremesso in termini di costo/qualità
> Un installatore mi ha suggerito di installare un pannello solare termico, montando una caldaia a condensazione più piccola...
> Un installatore mi ha detto che con le caldaie ERP si puo avere lo sgravio al 65% anche senza valvole ai radiatori; gli altri si sono epsressi diversamente, indicandomi che avrei potuto scaricare solo il 50%

Insomma la confusione regna sovrana; avete dei suggerimenti spassionati sulle marche e sui modelli, ferma restando la presenza dell'assistenza per ognuna delle marche dette? Vi mettereste all'anima l'installazione di un pannello solare? Vi torna che la soluzione istantanea sia corretta se non ci sono esigenze particolari?

Grazie infinite dell'aiuto!

Cristiano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-09-11 08:31
Ciao Cristiano,
ognuno tira acqua al suo mulino.
Gli sgravi al 65% puoi ottenerli anche senza valvole. Ti consiglio la lettura di questo articolo, che ti chiarirà il tutto studiomadera.it/.../...
Sul pannello solare, essendo a Firenze potresti avere delle difficoltà, forse necessiteresti di parere della soprintendenza.
Valliant e Ferroli, sono due ottime marche..quindi non aver timori...se proprio vuoi che mi sbilanci...Valliant
Saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-09-16 02:01
Salve! anche a me hanno proposto Ferrioli ma ho visto tante brutte recenzioni e solo quella di Altroconsumo invece positiva. Meglio cambiare rotta? ...Grazie
Elis
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# cristiano 2018-09-12 00:16
Buonasera Ingegnere,
leggendo il suo articolo sugli sgravi fiscali, posso immaginare che l'installatore mi abbia assicurato il 65% perché già ho ai 3 piani della casa, 3 termostati che mi permettono di segregare le temperature per piano. Grazie per il consiglio sulla marca! Ferroli mi intrigava per le recensioni di Altroconsumo e per il prezzo decisamente minore, ma mi fiderò della sua soffiata ;-) .

Cristiano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Aldo 2018-09-06 11:33
Buongiorno, purtroppo devo cambiare la caldaia. Attualmente ho una Saunier-Duval di circa vent'anni fa a camera aperta. La caldaia è posizionata in cucina e serve sia per l'acqua calda sia per i termosifoni. La casa è di 49mq (calpestabili 37) con tre termosifoni, in cucina, in camera ed uno piccolo in bagno. Il tecnico che è venuto a guardare la caldaia dopo che mi sono ritrovato la cucina allagata mi ha proposto una nuova caldaia a circa 2000-2500€ inoltre mi ha detto che le caldaie a camera aperta non sono più legali, quindi dovrò metterne una a condensazione. Ha qualche consiglio da darmi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-09-16 10:11
Esatto, solo condensazione. Le basta una 24 kw, perchè ha l'acqua calda. Ma quei prezzi sono comprensivi di installazione. Mi sembrano un pò altini..poi dipende cosa deve fare il tecnico...se c'è anche il cronotermostato, valvole etc..saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Pasquale 2018-09-02 16:15
Buongiorno ingegnere, mi hanno installato una caldaia Riello solo due anni fa ma è sottostimata e dovrò cambiarla.
Vorrei un consiglio su prodotto e potenza per un villino con riscaldamento a pavimento per 250 mq e riscaldamento a termosifoni in alluminio per mansarda e bagni, per un totale di 10 radiatori.
Secondo lei è un problema avere una sola caldaia che soddisfi l'esigenza sia del pavimento radiante sia dei radiatori e sia dell'acqua calda?
Grazie in anticipo per la difficile risposta.
Un cordiale saluto.
Pasquale
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-09-03 10:43
Salve Pasquale,
per un villino di 250 mq io farei fare un progetto da un ingegnere per non sbagliare nuovamente...se vuole le posso fare un preventivo, non è cosi importante la spesa...
Se vuole mantenere caldaia e acqua calda mi raccomando la potenza che dipenderà dalla contemporaneiità che vuole attribuire alle utenze idriche...
Sauti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Paolo 2018-08-31 12:51
Buongiorno Ing. Madera, approfitto della sua disponibilità. Sto valutando un cambio caldaia. Mi hanno proposto una Immergas Vitrix 24 TT Erp, modello che mi conforta vedere nel suo elenco. Io cerco un prodotto che sia Semplice, Solido e Affidabile nel LUNGO termine, Efficiente (risparmio significativo: spendo circa 1.500€/anno con la vecchia caldaia Sangiorgio che ha 20 anni). In tale contesto vorrei capire se il prezzo del 30-50% più alto di Viessman (che immagino avrà un ottimo modello anche da 24Kw) è ripagato nel tempo da altri fattori. Per esperienza su altri prodotti elettrodomestici ne immagino 2: A) minor consumo? (se si, indicativamente di quanto %mente rispetto ad Immergas?) B) maggior durata? (quanti anni posso stimare che duri oggi una caldaia, es. Immergas e quanti anni in più mi posso attendere che duri eventualmente Viessman? Ovvero, Viessman ha logica da produttore nordeuropeo o il maggior prezzo non è in fin dei conti ripagato dal total lifetime cost? Assumo che in termini di utilizzo invece, per le ns semplici esigenze (2 persone, 125 mq) la differenza sarebbe nulla. Sto immaginando anche costi di manutenzione annuale preventiva simili, forse un po' più alti per Viessmann. Mille grazie. Paolo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Donatello 2018-08-26 21:59
Salve. Quello che sto per chiederle lesembrerà inusuale e proprio per questo mi è sembrato che Lei potesse aiutarmi. Sto allestendo un camper di grandi dimensioni, per la precisione 20mq, prevedendo per il riscaldamento un sistema a pavimento. Vorrei dunque chiederle consiglio sulla potenza della caldaia. Tenga presente che il veicolo è ottimamente isolato, meglio di una casa clima. Saprebbe in aggiunta consigliarmi marca e modello, considerandone una alimentata a GPL? La ringrazio anticipatamente. Donatello
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-27 12:59
Donatello Le rispondo volentieri, alla condizione che mentre lo realizza fotografa il tutto e mi invia le foto via mail!!! Scriviamo un articolo
Le serve poca potenza, un kw di riscaldamento...per il modello spulci su internet, non saprei chi si occupa di queste potenze....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-08-27 16:58
Grazie per la tempestività ingegnere e ne approfitto per chiederle un ulteriore chiarimento, visto la piccolezza della potenza richiesta.
Il rapporto di modulazione, mi sembra, è per caso la capacità della caldaia di adattarsi alle richiesta di minimo e massimo lavoro? Se così fosse dovrei optare per una macchina con un rapporto abbastanza alto da garantirmi un buon funzionamento al minimo, visto che probabilmente il minimo lavoro richiesto ad una caldaia da 18 kwh dovrebbe essere oltremodo abbondante nel mio caso. Dico bene?
Le rinnovo la mia gratitudine e le assicuro che quando giungerà il momento di realizzare l'impianto Le invierò le foto.
Saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-27 17:58
Non le conviene una 18 KW. Avoglia ad adattarsi. E' troppo sovradimensionato.
LE dico quel che farei, contatterei le assistenze delle varie case produttrici, le sapranno consigliare, magari hanno macchine adatte...non così sovradimensionate...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-08-12 19:05
Buonasera Ing. Madera, sto valutando la sostituzione della attuale caldaia a gas Riello benessere 28 KIS (28.8 kw), età 16 anni e alle spalle sostituzione dello scambiatore e scheda eletronica, con una caldaia a condensazione. Casa di campagna di 160 mq su due piani con 12 termosifoni in allumino e due bagni. Siamo in 5 , vorrei un suo consiglio in merito alla potenza della caldaia ed eventualmente anche il tipo. Molte grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Mario 2018-08-07 11:52
Buongiorno. Dovrei cambiare la mia caldaia KOB (ora viessmann) a legna con una nuova caldaia a condensazione sempre della Viessmann. La mia abitazione è di circa 150 mq con 13 termosifoni in ghisa. Ho chiesto due preventivi ed entrambi mi hanno proposto "Viessmann Vitodens 222-W 34 Kw" con l'aggiunta di un boiler di 46 litri, considerato che ho due bagni. Solo il costo della caldaia è di € 3.800,00 iva esclusa ed accessori esclusi. Mi domando se il prezzo è veritiero? La ringrazio e porgo cordiali saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-08 13:02
Salve Mario,
il prezzo delle 34 Kw è alto. Sulla caldaia approvo!!
Mi sembra un tantino alto. Di solito ci fanno un pò di ricarico, comprensibile per questioni fiscali e altro. Provi a proporre l'acquisto su internet e a loro accessori e installazione!!
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-08-02 14:11
Buongiorno, sto facendo dei lavori di ristrutturazione e vorrei cambiare anche la mia vecchissima vaillant con una nuova caldaia a condensazione. La mia casa è molto piccola, 30 mq totali, due camere più bagno con tre termosifoni in totale, due in ghisa e un piccolo termoarredo per il bagno. Ho i soffitti che nelle due stanze sono alti rispettivamente 3.50 e 3 metri. 24KW vanno bene o sono anche troppi? Sono anche molto indecisa rispetto al modello ed alla marca, la vaillant che sto per eliminare avrà circa 30 anni, sarei tentata di premiare tanta affidabilità comprando di nuovo un prodotto di questa ditta che però mi sembra mediamente più cara, cosa mi consiglia?
Un ultimo dubbio, la caldaia andrà all'esterno, in un angolo riparato, considerando il mio budget abbastanza ridotto, che vivo a Roma dove raramente fa freddissimo e che la proteggerò con un armadio coibentato, potrei usare una versione da interno invece che un modello da esterno, visto che sono in genere sono più economiche?
Grazie mille per la sua attenzione! Barbara
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-02 17:46
Salve
Se la usa anche per l'acqua calda, manterrei i 24KW. Altrimenti può ridurre.
Le valliant costano di più ma sono davvero affidabili.
Sul tipo di caldaia da esterno o interno deve contattare la casa produttrice, che le saprà dire circa il prodotto.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Laura B. 2018-08-01 13:50
Buongiorno, oggi come ogni anno è venuto il tecnico per la pulizia della mia Salvaspazio Riello (datata 1999), a parte qualche piccolo acciacco è sempre andata più che bene, al momento di farla ripartire non è più ripartita...
Ora mi prospettano il cambio con un'altra a camera aperta (condominio, piano terra, canna fumaria comune, metratura 75mq circa), con una 28KW, come l'attuale, sconsigliando una 24KW... con un costo per la 24 che si aggira intorno ai 2,200 €.
Può succedere che muoia così la caldaia? Stamani funzionava perfettamente.
Il costo le sembra "onesto"?

grazie in anticipo per il suo tempo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-08-02 00:52
Salve Laura,
Mi sembra un pò strano, ma tutto può succedere.
i costi indicativi sono elencati nell'articolo. Dipende che caldaie è...mi sa dire il modello?
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Laura B 2018-08-02 17:01
Mi stanno installando ora una Riello Residence KI DGT N 24kw, prezzo pattuito 2000€ installazione e smaltimento della vecchia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# GERMANO 2018-07-24 11:13
buongiorno,mi hanno proposto unacaldaia a condensazione SIME MURELLE HE 30/55; non vedo nel suo elenco questo tipo di caldaia;non è valida? la caldaia sarebbe posizionata in apposito locale,sito in villetta su due piani,circa 300 mq grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-07-24 12:07
Salve Germano,
non essendo nell'elenco non vuole dire non sia valida. Del resto ci saranno centinai di marche in commercio. Non avendola mai trattata non saprei dirle aspetti positivi o negativi. Mi spiace, saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-07-19 22:08
Buongiorno Ingegnere, stiamo pensando ad una nuova caldaia a condensazione (visto che la nostra attuale da 28 kw sta tirando le cuoia). La stessa verrà posizionata nel locale caldaia in seminterrato (zona non riscaldata se non da una stufa). per servire il primo piano (bagno con vasca) e la mansarda (bagno con doccia), sui 2 piani sono posizionati in tutto 9 radiatori Parliamo di un totale di 130 mq. (altezza locali m. 2,85). Su che potenza è bene orientarsi secondo lei? Grazie. Monica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-07-20 09:25
Salve Monica
vista la situazione di casa sua, più livelli e servizi igienici, nonostante non siano obbligatori, farei realizzare dei calcoli a un termotecnico circa la portata e la potenza. Costa meno di quanto pensa, però Le potrebbe far risparmiare in futuro molto di più dell'investimento iniziale.
Detto ciò, se fino ad ora le caratteristiche della precedente caldaia sono state soddisfacenti, vuol dire che può replicare...
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Barbara 2018-07-19 20:44
Buongiorno, sto facendo dei lavori di ristrutturazione e vorrei cambiare anche la mia vecchissima vaillant con una nuova caldaia a condensazione. La mia casa è minuscola, 30 mq totali , due camere più bagno, tre termosifoni, due in ghisa e un piccolo termoarredo per il bagno. Ho i soffitti che nelle due stanze sono alti 3.50 e 3 metri.
Cosa mi consiglia?
P.S. La caldaia andrà all'esterno, in un angolo riparato, considerato il mio budget abbastanza ridotto, che vivo a Roma e che vorrei proteggerla con un armadio coibentato, potrei usare una versione da interno che sono in genere più economiche?
Grazie mille per la sua attenzione!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-07-16 19:58
Buon giorno ingegnere
Sono in procinto d cambiare la caldaia murale a gas, come tutti quelli che le scrivono qui, e pensavo di accquistarne una a condensazione, la mia domanda riguarda la canna fumaria e vorrei sapere se è sufficente, atualmente misura 110mm *110mm ed è alta 3800mm fatta in mattoncini, l'appartamento è degli anni 90.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-07-16 21:47
Salve,
per la canna fumaria le consiglio questo articolo studiomadera.it/.../....
Trovi un buon tecnico. e' sufficiente.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-07-16 19:10
devo acquistare una caldaia a condensazione , per un appartamento di 70 mq circa riscaldamento autonomo , mi hanno consigliato una ariston ?mi sa dire se è una buona marca? va bene a 24w o meglio 34 w? saprebbe dirmi un prezzo indicativo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-07-15 22:44
Buonasera ingegnere, sono in procinto di sostituire la caldaia del mio appartamento di condominio di 150 mq, con 13 radiatori, con una istantanea a condensazione. I due preventivi richiesti a due diversi installatori mi propongono: 1) Viessmann 200-W 35 kw, ad un costo un po' elevato. 2)Junkers Bosch Condens 7000i-W 35 kw, con un costo inferiore. Chiedo gentilmente il suo parere sull'affidabilità della seconda, oppure un'opinione su eventuale altra scelta alternativa.
Ringraziandola, la saluto cordialmente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-07-16 10:07
Le 35 kw, costicchiano.
Due ottime marche. Io andrei sulla Viessmann...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alex 2018-07-06 22:46
Buona sera Ingegnere , ho appena acquistato un piccolo appartamento di 75 mq , attualmente l'impianto con 4 fanCoil ed un termosifone viene gestito da una vecchia vaillant turbo blockPro del 2007 , secondo lei è più conveniente e opportuno sostituire la vecchia caldaia con una a condensazione oppure optare per un mini chiller inverter?
Grazie aspetto una sua cortese risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-07-07 10:56
Salve Alex,
Se ha bisogno della climatizzare estiva, una bella pompa di calore (studiomadera.it/.../87-clima). Altrimenti una caldaia a condensazione...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-07-07 14:39
Per pompa di calore intende chiller?
La casa è già attrezzata con i fancoil , vorrei sfruttarli sia per il caldo che per il freddo .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-07-07 17:10
Esatto, una pompa di calore è un chiller con l'inverter per il caldo. Così sfrutta per le due stagioni i fancoils
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-07-07 23:14
La ringrazio per i suoi consigli , molto gentile buona serata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Walter 2018-06-28 16:36
Ingegnere buongiorno, vorrei programmare l'acquisto di una caldaia a condensazione . Attualmente ho in uso una caldaia tradizionale Saunier Duval Termoclassic, con 18 radiatori in acciaio. Vivo in una bifamiliare di circa 250 mq su tre livelli , a Pescara. I consumi di gas sono elevati nonostante che il piano intermedio dove vi sono 6 radiatori, non venga riscaldato, perche' non utilizzato. Durante il periodo invernale la media la bolletta e' di circa 600 euro a bimestre e vorrei davvero alleggerire il peso di questa spesa. Le chiedo se cortesemente possa consigliarmi una caldaia piu ' adeguata alle mie esigenze e con quale potenza.
La ringrazio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-06-28 17:45
Se cambia con una condensazione, potrebbe ottenere un beneficio fino a un massimo del 25 %, le marche le ho segnalate sopra. Le consiglio le valvole termostatiche e sistemi di controllo della temperatura. All'inizio spenderà qualcosina, ma con 250 mq bisogna ottimizzare. Poi c'è il 65%, io lo sfrutterei. Non Le ho consigliato altre soluzioni, in quanto non conosco la situazione. Magari chieda una perizia a un ingegnere del luogo, che Le chiederà qualcosina, ma potrebbe trarne grandi benefici...sperando di averla aiutata, porgo cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-06-26 21:36
Tommaso Dovrei cambiare caldaia per riscaldamento di appartamento di 220 mq.Attualmente uso una caldaia a gasolio modificata per il nocciolino ma sporca molto.Che ne pensa del metano e che tipo di caldaia mi consiglierebbe?.Grazie e cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-06-27 10:35
Senza dubbio passi al metano... Le consiglio la Valliant o Viessman. Spenderà un pò di più, ma con quei metri quadri deve avere delle garanzie..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-06-21 19:43
Buonasera ,Vorrei cambiare la caldaia " attualmente ho un Ariston 24 kw esterna anno 2003 da incasso in una villetta a schiera " dovrei scaldare circa 140 mq,con radiatori in alluminio " piano terra circa 70 mq : sala e scala che porta al piano rialzato 26 elementi da calorifero, cucina 7 elem., bagno 7 elem., disimpegno. " piano rialzato circa 70 mq : stanza 9 elementi , 2 ° stanza 9 + 9 elem.. mansarda 12 elem., bagno 8 elem., disimpegno. lei Ing. Madera che caldaia mi consiglia ? la ringrazio per la sua gentile collaborazione .Cordiali Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-06-22 10:29
Salve,
una caldaia "entry level" della valliant, immergas o ferroli. Con un solo bagno va bene un 24 kw...Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-06-20 21:31
Buonasera, devo cambiare la mia caldaia Sylber dopo solo 5 anni... Ho un appartamento di 100 m 2 bagni e 8 termosifoni. Cosa mi consiglia? Mi suggerivano la Savio Inoxdens E. Non vorrei prendere un'altra cantonata... La ringrazio fin d'ora
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-06-21 10:56
Salve,
non ho mai suggerito questa marca, ma solo perchè non la conosco. Magari è una mia mancanza. Nell'articolo ho citato le marche che secondo me hanno un buon rapporto qualità/prezzo e sono riconosciute come affidabili....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Salvatore 2018-05-30 10:48
Buongiorno,
dovrei riscaldare 2 piani da 85 mq ciascuno (9 vani in totale, 2 bagni) con una caldaia a condensazione e riscaldamento a pavimento HENCO. Mi hanno consigliato una ITALTHERM CITY CLAS 26 KR con bollitore da 200 lt. Come la valuta?
La ringrazio per la risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-05-30 11:31
Le devo dire la verità, non saprei dirLe circa la qualità, non avendo riscontri. Dipende da chi Le ha consigliato il prodotto....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Salvatore 2018-05-30 11:33
come potenza invece è bastevole?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-05-30 12:26
Ha un accumulo quindi può andare
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio 2018-05-24 07:28
Buongiorno , dovrei riscaldare circa 100 mq , 7 vani compresi due bagni da 6 mq, sto sostituendo la vecchia caldaia con una a condenzazone e rifacendo completamente l'impianto di riscaldamento con nuovi caloriferi in ogni stanza , ovviamente la caldaia servirà anche per produzione di acqua sanitaria , facendo dei calcoli approssimativi starei intorno ai 12Kw in abitazione , quindi una 24kw e sufficiente.
Mi consigliavano tre Marche: Baxi duotec compact + , Saunier Duvall Micra condensing 24 , Ariston class premium .
Grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-05-24 09:24
Salve Fabio, siamo un pò stretti con una 24 Kw. Si faccia fare un calcolo delle dispersioni e poi consideri l'acqua calda (ha due bagni). Potrebbe bastare ma meglio non affidarsi a calcoli in prima approssimazione.
Le ricordo che necessita di legge 10: studiomadera.it/.../71-legge10
Dal tecnico che Le redige la legge 10, verranno fuori dati importanti.
Tutte ottime marche, controlli il rendimento e lo confronti col prezzo e faccia una scelta....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-06-27 11:02
Grazie mille per la risposta .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabrizio Vallicelli 2018-05-20 10:02
Buongiorno, devo sostituire la mia vecchia caldaia Stargas Lato AR 15 dopo 28 anni di onorato servizio e valutavo la Baxi Luna 3 Avant 240 FI secondo lei è compatibile x un appartamento di 100 metri? Come la valuta? La ringrazio della risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Vincenzo Madera 2018-05-20 11:38
Numero di bagno? impianto a pavimento o a radiatori?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-05-20 11:56
1 bagno e 7 radiatori
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Vincenzo Madera 2018-05-20 20:28
Come potenza e portata va bene. La trovo spesso installata. Tra le caldaie a buon prezzo di mercato e con buona efficienza la considero molto performante. Buon compromesso prezzo / qualità / rendimento. Associ i sistemi di termoregolazione evoluti così avrà diritto alla detrazione al 65 %.Le consiglio la lettura dell'articolo studiomadera.it/.../.... Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-05-20 20:46
La ringrazio della cortesia. Non è da tutti. ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lele 2018-05-17 11:34
buonasera, intendo acquistare una caldaia Hoval potrebbe essere un valido e buon acquisto ?
Grazie della risposta,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-05-17 12:45
Buon prodotto..consigliato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gegio 2018-05-09 11:10
Buonasera Ingegnere, ho una caldaia a condensazione EMMETI NIÑA 130K tarata a 40 gradi perché impianto a pavimento con due termoarredi nei bagni, anch'essi regolati alla stessa temperatura. Poiché ho avuto sempre problemi dovuti all'accumolo di calcare nonostante i paŕametri dell'acqua in zona sono più che buoni, sono stati eseguiti molteplici lavaggi con gli acidi. Infatti la caldaia non riusciva a produrre acqua calda sanitaria. Oltre a vari inconvenienti ora si è rotto il ventilatore e forse la scheda. Dalla sua esperienza è il caso di sostituirla con altra di altra marca o è una caldaia valida?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ing. Madera Vincenzo 2018-05-09 16:29
Se riscontra continue inefficienze e richieste di sostituzione di componenti, consiglierei di sostituirla. Dipende quanto è datato il generatore. Con impianto a pavimento si trovano ottime caldaie, molto efficienti, in commercio....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

     vincenzo madera                    

Autore: Vincenzo Madera - Ingegnere

 facebook   linkedin

Laureato all'Università degli Studi di Firenze.

Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. 

Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter

Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè. 

 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo