Superbonus: edificio con più unità e unico proprietario o in comproprietà

Può accedere al Superbonus 110% il proprietario (o comproprietario) di tutte le unità che compongono l'edificio? E se una delle unità fosse concessa in locazione, in comodato o venduta? 

Superbonus edificio con piu unita e unico proprietario o in comproprieta

Come vedrai, un nodo cruciale per l'accesso al Superbonus 110% di un edificio costituito da più unità intestate al medesimo proprietario passa dalla definizione di condominio.

Quando si costituisce un condominio?

La nascita del condominio si determina automaticamente, senza che sia necessaria alcuna deliberazione, nel momento in cui più soggetti costruiscono su un suolo comune oppure quando l'unico proprietario di un edificio ne cede a terzi piani o porzioni di piano in proprietà esclusiva, realizzando un frazionamento.

In pratica, per vivere all'interno del condominio, almeno un'unità dell'edificio distintamente accatastata deve essere posseduta da un soggetto differente dagli altri.

Ad esempio, Tizio, padre di Caio, possiede due appartamenti e Caio una sola cantina dell'edificio. In questo caso, si tratta di un condominio.

Un condominio può non avere un codice fiscale e tantomeno un amministratore. 

Superbonus solo in condominio

Il Superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti (risposta 329 del 10/09/2020 dell'Agenzia delle Entrate).

Inoltre, a ribadire il concetto ci ha pensato, sempre l'Agenzia delle Entrate, tramite una FAQ:

D: Un contribuente, comproprietario con il coniuge e i propri figli minori, di un intero edificio composto da più unità immobiliari, autonomamente accatastate, possedute dagli stessi in qualità di persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività d'impresa, arti e professioni, può fruire del Superbonus per la sostituzione degli infissi sulle predette unità immobiliari e per il rifacimento del cappotto termico dell’edificio?

Non è possibile beneficiare del Superbonus né con riferimento alle spese sostenute per il cappotto termico né con riferimento alle quelle  sostenute per interventi di sostituzione degli infissi effettuati sulle singole unità immobiliari, in quanto l’edificio oggetto degli interventi non è costituito in condominio. Come chiarito dalla circolare n. 24/E dell’8 agosto 2020, par. 1.1, il Superbonus “non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti”.

 

Accesso autonomo in edificio composto da più unità intestate al medesimo proprietario.

Seppur non ci sia stato nessun chiarimento in merito, escludo l'accesso all'incentivo anche per le "unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno".

Infatti, a seguito di una mia richiesta di chiarimento all'Agenzia delle Entrate, quest'ultima ha precisato che:

"la circolare 24 del 2020 ha escluso la fruibilità del Superbonus agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti. Quindi, anche in caso di accesso autonomo, non si può fruire del Superbonus."

Unico proprietario, ma unità in locazione o in comodato.

Anche in questo caso, non si costituisce un condominio, quindi non si ha diritto al Superbonus 110%.

Viceversa, se le unità immobiliari di un fabbricato appartenessero a diversi proprietari che a loro volta concedessero in locazione o in comodato ad un unico soggetto, detto detentore, potrebbe fruire del Superbonus.

Soluzione: vendita o donazione

In questi casi, ove possibile, per usufruire del Superbonus, consiglio la cessione del bene o la donazione.

Ad esempio, se il proprietario di un intero edificio composto da più unità immobiliari distintamente accatastate donasse al figlio una delle unità abitative prima dell’inizio dei lavori, si costituirebbe automaticamente un condominio e di conseguenza sarebbe possibile accedere al Superbonus per gli interventi realizzati.

Spero che l'articolo ti sia stato utile. A presto, Vincenzo.

 

____________________________

 

CHI SONO?

Ciao, sono Vincenzo e amo tutto ciò che riguarda l’edilizia.

Vincenzo MaderaFin da ragazzo, mio padre Gennaro mi portava sui cantieri. Quell'ambiente fatto di persone umili, gentili e simpatiche mi ha colpito. Proprio per questo motivo, ci passerei intere giornate, bevendo pessimi caffè e ascoltando le strabilianti avventure dei muratori, per poi tornare in studio a scrivere articoli.

Ecco la mia seconda passione. Mai avrei pensato di creare un blog. Eppure, a sorpresa le pagine del mio sito vengono lette circa 60.000 volte ogni giorno. Parlo di edilizia, strutture, impianti, energetica e interior design.

Spero che, grazie al web, diventeremo amici:

facebook  linkedin youtube insta

_________________________________

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo