Mutuo rifiutato per abuso: che fare?

Oggi intendo rispondere ad una lettrice del mio blog alla quale è stato respinto il mutuo per l'acquisto della casa a causa di una difformità o, più comunemente, "abuso edilizio".

mutuo rifiutato abuso edilizio

Riporto, pari pari, la richiesta della lettrice: 

"Buongiorno ing., mi è stato respinto un mutuo ipotecario poiché la casa che sto acquistando è sprovvista di certificato di agibilità, in quanto un balcone è stato trasformato in veranda e adibito a cucinino. Tale variazione non risulta nella planimetria catastale. Cosa posso fare? Può darmi un consiglio? Grazie, e auguro una buona giornata."

Gentile Mxxxx, ti elenco le azioni da intraprendere in ordine di esecuzione:

1 - la planimetria catastale non è probatoria. In realtà, tale difformità potrebbe non essere stata riportata all'interno della planimetria catastale per negligenza del tecnico del tempo. Il confronto con lo stato dei fatti in cui versa l'appartamento attualmente deve essere realizzato con gli atti abilitativi che legittimano l'edificio e cioè quelli presenti al Comune. Quindi, dovresti chiedere al professionista di fiducia del venditore di recarsi presso l'archivio comunale a ritirare gli eventuali: Permesso di Costruire, Concessione edilizia, Licenza edilizia, Dia, Autorizzazioni, Cil, SCIA, condoni, sanatorie e Certificato di Agibilità riguardanti l'immobile. Se anche da questi documenti non risultasse la presenza della veranda, a quel punto dovresti far sanare l'abuso (scopri come fare), a spese del proprietario. Qualora, non si potesse sanare, il proprietario dovrà ripristinare lo stato dei luoghi, demolendo la veranda.

La realizzazione di una veranda può essere avvenuta in concomitanza con l'edificazione dell'edificio, oppure è stata sanata tramite un condono. Spesso riscontro manufatti di questo tipo non legittimati da alcun titolo abilitativo.

2 - se l'immobile non fosse di recente edificazione, il certificato di agibilità (oggi Segnalazione certificata di Agibilità SCA) potrebbe non essere presente (scopri quando). Difatti, se l'edificio fosse stato realizzato prima della normativa che istituì tale documento, l'assenza di tale documento è scontata, a meno che non siano stati realizzati interventi per cui fosse richiesta l'agibilità. L'istituzione della veranda è un intervento che richiede il rilascio dell'Agibilità.

Per concludere, il venditore dovrà incaricare un tecnico che regolarizzi l'abuso. Dopodiché, il perito della banca potrà tornare per aggiornare la sua perizia. 

Spero che l'articolo ti sia stato utile. In bocca al lupo, Vincenzo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

____________________________

 

CHI SONO?

Ciao, sono Vincenzo e amo tutto ciò che riguarda l’edilizia.

Vincenzo MaderaFin da ragazzo, mio padre mi portava sui cantieri. Quell'ambiente fatto di persone umili, gentili e simpatiche mi ha colpito. Proprio per questo motivo ci passerei intere giornate, bevendo pessimi caffè e ascoltando le strabilianti avventure dei muratori, per poi tornare in studio a scrivere articoli.

Ecco la mia seconda passione. Mai avrei pensato di creare un blog. Eppure, a sorpresa le pagine del mio sito vengono lette circa 30.000 volte ogni giorno. Parlo di edilizia, strutture, impianti, energetica e interior design.

Spero che, grazie al web, diventeremo amici:

facebook  linkedin youtube insta

_________________________________

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo