Detrazioni ristrutturazioni ecobonus, pagamenti prima o dopo la pratica

E' possibile detrarre, per ristrutturazioni o ecobonus risparmio energetico, pagando le fatture prima (acconto) o dopo (saldo) il deposito della pratica per lavori edili? Cambia qualcosa nel caso di cila, scia e permesso a costruire?

detrazioni fiscali ristrutturazione risparmio energetico pagamenti prima e dopo pratica vincenzo madera

 

Una domanda che mi viene posta spesso è: "posso pagare una fattura prima di depositare la pratica e non perdere le detrazioni?"

La risposta alla domanda è si.

Ma attenzione, dovrai seguire delle semplice regole per non vedere annullata la tua detrazione e perdere il beneficio.

Sulla fattura pagata prima che inizino i lavori, o comunque anteriore al giorno in cui viene depositata la pratica, dovrai far specificare che trattasi di acconto per lavori di ristrutturazione o di risparmio energetico. Meglio se la ditta entra nel dettaglio, specificando le lavorazioni.

Ma vediamo un esempio:

"Fattura di Acconto per lavori di Manutenzione Straordinaria (o Manutenzione Ordinaria se si tratta delle parti condominiali di un edificio): rifacimento completo dell'impianto elettrico immobile sito in via Roma 108, p2 Firenze."

Mentre, sulla fattura successiva alla chiusura dei lavori, o comunque posticipata rispetto al deposito della fine lavori, dovrai far inserire la dicitura saldo. Anche in questo caso, la ditta dovrebbe entrare nel dettaglio delle lavorazioni eseguite.

Le regole valgono per qualsiasi pratica edilizia, sia essa una cila, scia o permesso a costruire.

Il discorso vale per:

  • elettricista;
  • idraulico;
  • falegname;

  • impresa edile e muratori autonomi;
  • parquettista o piastrellista;

  • professionisti: ingegnere, architetto, geometra per la progettazione, direzione lavori, perizie e sopralluoghi;
  • acquisto materiali;
  • canone per l'occupazione del suolo pubblico;

  • diritti di segreteria, di istruttoria e oneri urbanistici;

Mi raccomando, ricordati di pagare con il bonifico parlante. Per quanto riguarda i diritti e gli oneri, non vi è l'obbligo di pagare per mezzo bonifico. Sarà sufficiente pagare con le modalità indicate dall'amministrazione pubblica.

Infine, per quanto riguarda i mobili e il relativo bonus, quest'ultimi possono essere acquistati solo successivamente alla data di inizio lavori.

Spero che l'articolo ti sia stato utile. Vincenzo.

Aggiungi commento


Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Chi sono: Vincenzo Madera - Ingegnere laureato all'Università degli Studi di Firenze. Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter. Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè, Bei e Nannini, Novaservice. 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo