RESIDENZA 2019: requisiti immobile e controlli sulle case

Quando un immobile può essere utilizzato come residenza? Residenza in casa, abitazione, ufficio, magazzino, garage, hotel, affittacamere e controlli della municipaleResidenza requisiti immobile  controlli case

L'art. 43 del Codice Civile definisce “Il domicilio di una persona è nel luogo in cui ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi. La residenza è nel luogo in cui la persona ha la dimora abituale”.

La residenza di una persona è determinata dalla sua abituale e volontaria dimora in un determinato luogo, cioè dall’elemento obiettivo della permanenza in tale luogo e dall’elemento soggettivo dell’intenzione di abitarvi stabilmente, rivelata dalle consuetudini di vita e dallo svolgimento delle normali relazioni sociali; questa stabile permanenza sussiste anche quando la persona si rechi a lavorare o a svolgere altra attività fuori del comune di residenza, sempre che conservi in esso l’abitazione, vi ritorni quando possibile e vi mantenga il centro delle proprie relazioni familiari e sociali.

Prima di tutto per ottenere la residenza occorre presentare documento che accerti il titolo di possesso dell'immobile, il contratto di locazione o comodato d'uso regolarmente registrato presso l'Agenzia delle Entrate.

2 L'immobile deve essere accatasto A1, A2, A3, A4, A5, A6, A7, A8, A9, A11 (vedi categorie catastali) o affittacamere non professionale.

Non si può utilizzare come residenza: A10 uffici, C/1 Negozi  C/2 Magazzini  C/3 Laboratori  C/4 Fabbricati e locali per esercizi sportivi C/6 Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse, garage, box,  D/1 Opifici D/2 Alberghi, hotel, B&B e pensioni D/3 Teatri, cinema, sale per concerti e spettacoli e simili (con fine di lucro) D/4 Case di cura ed ospedali (con fine di lucro) D/5 Istituto di credito, cambio e assicurazione (con fine di lucro) D/6 Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro) D/7 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni. D/8 Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni. D/9 Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio, D/10 Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole.

Tranne in situazioni ibride a prevalenza abitativa.

3 L'immobile deve avere l'agibilità, oltre al mobilio e agli allacci. 

Inoltre "chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge"

a seguito di richiesta potrebbe verificarsi un accertamento dei vigili urbani per il controllo degli aspetti precedentemente elencati e per accertarsi del "reale" trasferimento. Dichiarando il falso si rischia una condanna penale.

tag: normativa

Aggiungi commento


Commenti  
# saverio 2019-10-12 10:42
può la mia ex moglie, assegnataria della casa coniugale che in realtà è un c1, far prendere la residenza al nuovo compagno nel medesimo immobile? lei dovrebbe avere un titolo in forza del quale occuparlo ma lui?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Carlo 2019-10-08 19:02
Gent.mi, i vigili che hanno fatto il sopralluogo per verificare la mia effettiva residenza hanno dato esito negativo perché nella mia casa non ho la cucina, E' giusto?
Io posso provare che 365 giorni l'anno mangio fuori.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-10-09 07:52
La cucina è obbligatoria...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maurizio 2019-10-09 10:01
Quindi... con cucina, camera da letto e bagno accettano la residenza anche se non c'e' agibilita e abitabilita' ?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maurizio 2019-10-08 09:07
Buongiorno...
Poiche' sto acquistando una casa singola allo stato grezzo e' possibile ottenere la residenza con solo una camera da letto un bagno rifiniti ? inoltre al catasto risulta ancora in costruzione con dati catastali non assegnati.
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maria 2019-09-26 12:26
Salve, è possibile richiedere la residenza in un agriturismo nel quale abiterò per un periodo non minore di 10 mesi?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-26 12:48
Salve, sono questioni da sollevare al commercialista. L'articolo è relativo ai soli requisiti dell'immobile. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gloria 2019-09-25 16:13
Salve..io sono proprietaria di un appartamento,però da diversi anni sono andata in affitto facendo la residenza in tale appartamento in affitto per esigenze personali.dando in comodo uso due parenti che si pagano tutte le espese..la mia domanda è devo per forza passare la mia residenza in quelle appartamento di proprietà ? Grazie in anticipo per il vostro aiutò.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-26 12:48
Salve, sono questioni da sollevare al commercialista. L'articolo è relativo ai soli requisiti dell'immobile. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Benedetta 2019-09-12 01:31
Salve, ho richiesto il cambio di residenza e in seguito all'ispezione dei vigili urbani è stata negata. L'appartamento in cui mi devo trasferire e del quale vorrei ottenere la residenza si trova al piano terra di un edificio storico, al primo piano abitato i miei genitori, i due alloggi hanno due entrate indipendenti e due numeri civici differenti. Unico problema c'è una porta interna che mette in comunicazione i due appartamenti. Per quest'ultimo motivo mi è stata negata la residenza. Vorrei sapere se è giusto, se devo fare questi lavori per isolare i due appartamenti, oppure potrei ottenere la residenza anche se le due abitazioni hanno questa porta comunicante. Grazie in anticipo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fernando 2019-10-02 16:58
Il discrimine è dato dal criterio di unità immobiliare. Se i due appartamenti sono ricavati all'interno della medesima unità immobiliare (cioè catastalmente è un'unica abitazione con un solo subalterno) allora non c'è cambio di residenza se tu abiti già con i tuoi genitori nella medesima unità abitativa. Se invece gli appartamenti, pur se comunicanti, catastalmente sono due distinte unità immobiliari, delle quali i tuoi genitori ne occupano solo una, allora non c'è motivo per negarti la residenza pe ril fatto che le due unità comunicano tra loro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-12 09:26
Se sono comunicanti è un'unica unità. Non vedo perchè non si possa. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Benedetta 2019-09-12 12:27
Grazie per aver risposto. Forse non ho spiegato bene la situazione...i miei genitori hanno la residenza al numero civico18 ed io sto facendo la richiesta per la residenza al numero 16, le due abitazioni hanno entrate indipendenti, ma hanno una porta comunicante, è giusto negare la residenza poiché i due alloggi sono comunicanti? Devo rendere i due appartamenti non comunicanti per ottenere la residenza? Oppure la potrei ottenere anche se i due appartamenti comunicano? Mi scusi per il disturbo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-13 09:03
Cosa importa che siano comunicanti Unica cosa ricadete nello stesso stato di famiglia, ma la residenza la può prendere a mio parere...saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Juan_Rafael de Rivas 2019-09-03 21:02
Sono americano sposato con italiana; viviamo in America e vorrei sapere se MI BASTA comprare una casa o apartamento in Italia per OTTENERE la residenza italiana.
In anticipo, grazie per la sua risposta.
Juan-Rafael de Rivas
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe Sircana 2019-09-03 14:04
Salve, vorrei prendere in affitto, in un palazzo di 8 piani, un monolocale di 35 mq con bagno, cucina e arredamento ma ho saputo, casualmente, che non è abitabile essendo un A10. Il locatore non mi ha chiesto di pagare le spese condominiali ma di firmare un "assicurazione" valida 18 mesi....
Posso prenderla in affitto o, nel caso nascano problemi, la colpa sarebbe mia?
Grazie mille!
Giuseppe
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-09-03 15:37
Salve,
a rischiare sareste entrambi. Non si può vivere in un ufficio. saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# murat 2019-07-08 20:46
Salve. Sono un citadino extrocomunitario.Sono propietario di prima casa in italia.O comperato con ato noterile.Non o documenti italiani solo codice fiscale.devo fare la residenza in luogo dove o comperato casa .come poso fare?.grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Madera ing. Vincenzo 2019-07-09 09:30
Salve murat,
deve chiedere ad un commercialista per queste questioni, noi siamo tecnici. Mi scusi. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# guditta 2019-07-03 10:38
Buongiorno una domanda a seguito di una scia in sanatoria , o della presentazione della doppia conformita , ancora non autorizzate dal comune , va richiesta l abitabilità? sono state anche fatte opere strutturali..l'appartamento puo essere abitato da terzi che non sono i proprietari dell'immobile?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Valerian 2019-06-19 12:57
Com'è possibile che a i barboni si da la residenza nel parco sotto un albero e un un locale C2 no ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Monica 2019-01-28 21:29
Buonasera volevo sapere se un immobile accatastati in categoria a3 ci si può portare la residenza grazie non riesco a capire la differenza tra catasto e urbanistica
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# "Anonimo" 2018-08-27 15:58
Buona sera, in Toscana ho una categoria C/1 di mq.50,00 dotato di Agibilità, posso svolgervi attività di affittacamere (n.1) o B&B? grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Chi sono: Vincenzo Madera - Ingegnere laureato all'Università degli Studi di Firenze. Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter. Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè, Bei e Nannini, Novaservice. 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo