Un’ulteriore classificazione del calcestruzzo, magro o grasso, dipende dal dosaggio del cemento.

Un calcestruzzo si definisce magro quando il legante non è sufficiente per agglutinare completamente le particelle di inerte (150-250 kg/mc). Il calcestruzzo magro ha una scarsa resistenza meccanica, è piuttosto poroso ma ha un costo relativamente basso.

Un calcestruzzo si definisce grasso quando la pasta legante è in eccedenza e quindi avvolge con uno spesso strato le parti di inerte (350-500 kg/mc): in questo caso ogni vacuo viene completamente riempito. Un calcestruzzo grasso ha un’alta resistenza meccanica, è impermeabile e ha un costo piuttosto alto.

Aggiungi commento


Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

     vincenzo madera                    

Autore: Vincenzo Madera - Ingegnere

 facebook   linkedin

Laureato all'Università degli Studi di Firenze.

Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. 

Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter

Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè,

Bei e Nannini, Novaservice. 

 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo