Un condominio può allacciarsi alla canna fumaria condominiale?

Quando è possibile scaricare / allacciarsi alla canna fumaria condominiale.

scarico in canna fumaria condominiale

Negli appartamenti è frequente il caso di sostituzione di una caldaia standard non a condensazione con una caldaia a condensazione. Nel momento in cui avviene ciò, nella maggior parte dei casi occorre portare lo scarico oltre il colmo del tetto.

Difatti, secondo la legge 90 del 2013 (art. 17 bis Requisiti degli impianti termici):

Gli impianti termici installati successivamente al 31 agosto 2013 devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente.”

In molto mi chiedono se è possibile utilizzare la canna fumaria condominiale della cucina o la canna fumaria utilizzata precedentemente per la caldaia standard.

La risposta è: occorre verificare i requisiti richiesti per la canna fumaria e le caratteristiche di quest'ultima.

In un camino solo fumi provenienti da apparecchi similari!

Secondo la UNI 7129 del 2015 non è consentito scaricare i prodotti della combustione di apparecchi non similari nello stesso camino.

Si definiscono similari gli apparecchi classificati con la stessa tipologia, alimentati con lo stesso combustibile, aventi le stesse condizioni di evacuazione dei prodotti della combustione e di combustione, il cui rapporto tra le portate termiche massime sia minore di 0,7.

Le stesse condizioni di combustione e di evacuazione dei prodotti della combustione implicano:

      • la presenza o meno della condensa;
      • la presenza o meno del ventilatore;
      • la differenza di temperatura dei prodotti della combustione non deve superare il 10%.

Fumi provenienti dalla caldaia e dalla cucina.

Ciò significa che, se in camino scaricano i fumi di cottura non potranno scaricare i fumi di combustione provenienti da una caldaia.

Fumi provenienti da caldaia e standard e a condensazione.

Un aspetto da sottolineare è: "Apparecchi convenzionali di tipo C e apparecchi a condensazione di tipo C non sono considerati apparecchi simili."

Tuttavia, nel caso di canne fumarie collettive esistenti, è possibile effettuare la sostituzione di un apparecchio di tipo C convenzionale con uno a condensazione previa verifica dimensionale a cura di un progettista ai sensi della norma UNI EN 13384-2 o la UNI 10641 o altro metodo di calcolo.

La verifica dimensionale ha la finalità di garantire la funzionalità di tutti gli apparecchi collegati alla canna collettiva anche se di tipologia diversa, considerando una futura sostituzione di tutti gli apparecchi convenzionali con apparecchi a condensazione.

Fumi provenienti da stufa a pelle e caldaia a gas

Come ti accennavo, la legge è chiara: nella stessa canna fumaria non possono essere immessi fumi provenienti da combustibili diversi!

Spero che l'articolo ti sia stato utile, a presto, Vincenzo

 

Accetto Informativa sulla privacy

____________________________

 

CHI SONO?

Ciao, sono Vincenzo e amo tutto ciò che riguarda l’edilizia.

Vincenzo MaderaFin da ragazzo, mio padre Gennaro mi portava sui cantieri. Quell'ambiente fatto di persone umili, gentili e simpatiche mi ha colpito. Proprio per questo motivo, ci passerei intere giornate, bevendo pessimi caffè e ascoltando le strabilianti avventure dei muratori, per poi tornare in studio a scrivere articoli.

Ecco la mia seconda passione. Mai avrei pensato di creare un blog. Eppure, a sorpresa le pagine del mio sito vengono lette circa 60.000 volte ogni giorno. Parlo di edilizia, strutture, impianti, energetica e interior design.

Spero che, grazie al web, diventeremo amici:

facebook  linkedin youtube insta

_________________________________