La caldaia perde pressione e/o acqua. Cosa fare?caldaia perdere pressione acqua aria termosifoni

Alla maggior parte di noi è capitato di trovare il pressostato della caldaia che indica il rosso, dell'aria nei radiatori o dell'acqua a terra!! Il rischio è che se la caldaia scende sotto 1,5 bar si blocca.

Per trovare la soluzione occorre conoscere il funzionamento di un impianto di riscaldamento: occorre studiare il campo di battaglia per vincere la guerra.

L'impianto di riscaldamento è costituito da un generatore, ad esempio la caldaia, che riscalda un fluido (acqua) che circolando nei terminali (radiatori, pannello radiante) riscalda gli ambienti. Se questo fluido perde pressione e quindi temperatura non svolgerà la climatizzazione.

Ma vediamo quali possono essere le cause e le soluzioni.

Occorre controllare che:

  • i raccordi e i giunti dell'impianto di riscaldamento siano stagni e non perdano. La principale motivazione potrebbe essere questa. Se siete pratici potete provare a stringerli, ma non improvvisatevi. Non è facile individuare il punto in cui è avvenuto l'allentamento. Controllate eventuali zone umide o con la presenza di muffe. Stringete le valvole e i detentori dei radiatori, il collettore, la valvola di sfiato. Potrebbero anche essere delle incrostazioni.

  • crepe o fori nell'impianto. A questo punto è necessario il tecnico. I tecnici per individuare le perdite eseguono una mappatura dell'impianto, iniettando un gas inerte (costoso) oppure attraverso l'utilizzo di alcune sostanze inserite nell'impianto che riparano le rotture

  • L'impianto ha delle bolle d'aria: utilizzare gli sfiati per ripristinare il flusso (ad esempio dai termosifoni)
  • eventuale rottura del vaso (o polmone) d'espansione - Attenzione la sostituzione del vaso di espansiuone potrebbe essere antieconomica, considerata l'età dell'apparecchio. E' consigliato sostituire la caldaia.

  • in ultima analisi, anche una cattiva installazione dell'impianto, che non vi auguro.

Se non riuscite a risolvere il problema non vi resta che affidarvi a personale qualificato. Ad oggi è possibile richiedere preventivi su internet gratuitamente.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Chi sono: Vincenzo Madera - Ingegnere laureato all'Università degli Studi di Firenze. Dal 2014 co-titolare dello Studio Madera. Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia. Copywriter. Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse, Moca caffè, Bei e Nannini, Novaservice. 

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo