Aggiornamenti Superbonus 2021: proroga e altre novità

La legge di bilancio ha introdotto molte novità al Superbonus. Difatti, oltre alla proroga al 2022, ha chiarito questioni legate al sottotetto, funzionalmente indipendente, abbattimento barriere architettoniche, unico proprietario ecc.

Oltre alla proroga del Superbonus, sono altre le novità introdotte dalla legge di bilancio 2020, il quale ha modificato l'articolo 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (Decreto Rilancio).

Partiamo con la novità più importante.

Proroga al 2022.

I lavori, per beneficiare del Superbonus, potranno essere liquidati non più entro il 31 dicembre 2021, ma entro il 30 giugno 2022

Inoltre,  le spese sostenute nel 2021 verranno ripartite tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo, mentre quelle sostenute nel 2022, in quattro quote annuali;

Superbonus entro il 31 Dicembre 2022 solo per alcuni interventi.

Per gli interventi effettuati dai soggetti di cui al comma 9, lettera a) (condomìni e persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arte o professione, con riferimento agli interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche), per i quali alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60 per cento dell'intervento complessivo, la detrazione del 110 per cento spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022.

Mentre, per gli interventi effettuati dai soggetti di cui al comma 9, lettera c) (Istituti autonomi case popolari IACP) o enti aventi le stesse finalità sociali), per i quali alla data del 31 dicembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60 per cento dell'intervento complessivo, la detrazione del 110 per cento spetta anche per le spese sostenute entro il 30 giugno 2023;

Coibentazione del tetto anche in presenza di sottotetto

Per quanto riguarda l'isolamento, anche gli interventi di coibentazione del tetto rientrano nella disciplina agevolativa, senza limitare il concetto di superficie disperdente al solo locale sottotetto eventualmente esistente.

In pratica, anche qualora nell'edificio ci fosse un sottotetto non riscaldato, le spese di coibentazione di quest'ultimo ricadrebbero nel beneficio.

Concetto di funzionalmente indipendente

Alla definizione di unità immobiliare “funzionalmente indipendente” si aggiunge un ulteriore requisti che scioglie molti nodi:

Nella legge di bilancio viene specificato che un'unità immobiliare può ritenersi “funzionalmente indipendente” qualora sia dotata di almeno tre delle 4 seguenti installazioni o manufatti di proprietà esclusiva:

    • impianti per l'approvvigionamento idrico;
    • impianti per il gas;
    • impianti per l'energia elettrica;
    • impianto di climatizzazione invernale»;

Unità collabenti

Sono compresi fra gli edifici che accedono alle detrazioni di cui al presente articolo anche gli edifici privi di attestato di prestazione energetica  purché al termine degli interventi, che devono comprendere anche quelli di cui alla lettera a) del comma 1, anche in caso di demolizione e ricostruzione o di ricostruzione su sedime esistente, raggiungano una classe energetica in fascia A.»;

Abbattimento barriere architettoniche

Anche l'abbattimento delle barriere architettoniche diventa un intervento trainato. In particolare tutti gli interventi previsti dall'articolo 16-bis, comma 1, lettera e), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, anche ove effettuati in favore di persone di età superiore a sessantacinque anni;

Territori colpiti da eventi sismici dopo il 2008

Inoltre secondo il comma 4-ter:

"i limiti delle spese ammesse alla fruizione degli incentivi fiscali ecobonus e sismabonus di cui ai commi precedenti, sostenute entro il 30 giugno 2022, sono aumentati del 50 per cento per gli interventi di ricostruzione riguardanti i fabbricati danneggiati dal sisma nei comuni di cui agli elenchi allegati al decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, e di cui al decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2009, n. 77, nonché nei comuni interessati da tutti gli eventi sismici verificatisi dopo l'anno 2008, dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza. In tal caso, gli incentivi sono alternativi al contributo per la ricostruzione e sono fruibili per tutte le spese necessarie al ripristino dei fabbricati danneggiati, comprese le case diverse dalla prima abitazione, con esclusione degli immobili destinati alle attività produttive."

Fotovoltaico installato sulle pertinenze

Anche gli impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici.

Colonnine di ricarica: massimali

 Per le spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per gli interventi di installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici di cui all'articolo 16-ter del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, la detrazione è riconosciuta nella misura del 110 per cento, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo e in quattro quote annuali di pari importo per la parte di spesa sostenuta nell'anno 2022, sempreché l'installazione sia eseguita congiuntamente a uno degli interventi di cui al comma 1 del presente articolo e comunque nel rispetto dei seguenti limiti di spesa, fatti salvi gli interventi in corso di esecuzione:

    • di euro 2.000 per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall'esterno secondo la definizione di cui al comma 1-bis del presente articolo;
    • di euro 1.500 per gli edifici plurifamiliari o i condomini che installino un numero massimo di otto colonnine;
    • di euro 1.200 per gli edifici plurifamiliari o i condomini che installino un numero superiore a otto colonnine.

L'agevolazione si intende riferita a una sola colonnina di ricarica per unità immobiliare;

Edifici con più unità e unico proprietario

Possono accedere all'incentivo anche le persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arte o professione, con riferimento agli interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche;

Accollo spese condomini

Le deliberazioni dell'assemblea del condominio, aventi per oggetto l'imputazione a uno o più condomini dell'intera spesa riferita all'intervento deliberato, sono valide se approvate con le stesse modalità di cui al periodo precedente e a condizione che i condomini ai quali sono imputate le spese esprimano parere favorevole»;

Assicurazione obbligatoria

L'obbligo di sottoscrizione della polizza si considera rispettato qualora i soggetti che rilasciano attestazioni e asseverazioni abbiano già sottoscritto una polizza assicurativa per danni derivanti da attività professionale ai sensi dell'articolo 5 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 7 agosto 2012, n. 137, purché questa: a) non preveda esclusioni relative ad attività di asseverazione; b) preveda un massimale non inferiore a 500.000 euro, specifico per il rischio di asseverazione di cui al presente comma, da integrare a cura del professionista ove si renda necessario; c) garantisca, se in operatività di claims made, un'ultrattività pari ad almeno cinque anni in caso di cessazione di attività e una retroattività pari anch'essa ad almeno cinque anni a garanzia di asseverazioni effettuate negli anni precedenti. In alternativa il professionista può optare per una polizza dedicata alle attività di cui al presente articolo con un massimale adeguato al numero delle attestazioni o asseverazioni rilasciate e agli importi degli interventi oggetto delle predette attestazioni o asseverazioni e, comunque, non inferiore a 500.000 euro, senza interferenze con la polizza di responsabilità civile di cui alla lettera a)»;

Cartello di cantiere

Per gli interventi di cui al presente articolo nel cartello esposto presso il cantiere, in un luogo ben visibile e accessibile, deve essere indicata anche la seguente dicitura: “Accesso agli incentivi statali previsti dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, superbonus 110 per cento per interventi di efficienza energetica o interventi antisismici”».

 

Commenti  
# Stella 2017-02-06 19:26
Salve Architetto, prima di tutto complimenti per l'idea, la trovo fantastica. Io ho una casa in campagna di proprietà, in provincia di Grosseto. Volevo chiederLe se realizzate liste nozze anche a distanza. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Arch. Rosa 2017-02-06 19:28
Buonasera Stella,
certo, lo abbiamo già fatto in passato più volte. Mi scriva pure via mail cosi da poterci mettere in contatto.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

____________________________

 

CHI SONO?

Ciao, sono Vincenzo e amo tutto ciò che riguarda l’edilizia.

Vincenzo MaderaFin da ragazzo, mio padre Gennaro mi portava sui cantieri. Quell'ambiente fatto di persone umili, gentili e simpatiche mi ha colpito. Proprio per questo motivo, ci passerei intere giornate, bevendo pessimi caffè e ascoltando le strabilianti avventure dei muratori, per poi tornare in studio a scrivere articoli.

Ecco la mia seconda passione. Mai avrei pensato di creare un blog. Eppure, a sorpresa le pagine del mio sito vengono lette circa 60.000 volte ogni giorno. Parlo di edilizia, strutture, impianti, energetica e interior design.

Spero che, grazie al web, diventeremo amici:

facebook  linkedin youtube insta

_________________________________

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo