TERRENO EDIFICABILE: verifica, domanda per renderlo tale e rinuncia a agricolo, costo - 5.0 out of 5 based on 6 votes

Terreno edificabile: variazione e passaggio da un terreno agricolo, come faccio a sapere se il mio terreno è edificabile, come rinunciare, domanda per renderlo edificabile e costo.

terreno edificabile costo come renderlo tale domanda rinuncia costo

Un’area è edificabile quando in base agli strumenti edilizi in vigore (PRG e altri) è possibile costruirvi un nuovo fabbricato. Indipendentemente dallo sfruttamento attuale, presentano suscettività ad essere utilizzate per la costruzione di fabbricati urbani civili o industriali. Viceversa, i terreni agricoli sono aree destinate e prevedibilmente destinabili in futuro allo svolgimento dell’attività produttiva agricola.

Come accennato per verificare se il nostro terreno è edificabile occorre visionare il  Piano regolatore generale del comune in cui è ubicata la particella (o mappale) di proprietà. Trattasi di un piano attuativo di ogni Comune in cui sono indicate le aree edificabili (sia residenziali che artigianali-industriali-commerciali e agricole). Il P.R.G. è composto da PLANIMETRIE (mappe) con simboli e colori che dividono il territorio comunale in zone a base alle funzioni che devono assolvere (Residenziali, Produttive, Di uso pubblico, di rispetto ambientale...). Pone inoltre dei LIMITI e dei VINCOLI, anche alle costruzioni attraverso degli indici urbanistici. Vediamo alcuni esempi:

I.F. – Indice fondiario: Ci indica i metri cubi, massimi, che si possono realizzare. 

U.F. – Utilizzazione fondiaria: Ci indica subito i metri quadrati che si possono realizzare. 

R.C. – Rapporto di copertura: ci indica la superficie massima di base che si può coprire su di un'area edificabile, comprensiva sia della abitazione / capannoni ecc., che dei porticati adiacenti.

H: Altezza massima consentita Calcolata dal piano di campagna (marciapiede) al cornicione (parte sotto) del tetto.

Verifica, domanda per rendere edificabile un terreno agricolo o altro o per rinunciare ai diritti edificatori

Per avere una attestazione circa la possibilità edificatoria il Comune rilascia il Certificato di Destinazione Urbanistica.

Mentre per rendere un terreno edificabile occorre presentare al Comune un'istanza di variazione della destinazione urbanistica dei terreni su p.r.g.: è la possibilità che i Cittadini hanno di richiedere la variazione urbanistica di un'area. Non è sempre possibile!! E' una procedura lunga ma può aumentare il valore del terreno anche di 10 volte. E' necessario un tecnico.

Stesso dicasi per la rinuncia ai diritti edificatori. Ad oggi, a causa dei costi imu, molti proprietari di terreni edificabili (in zone dove il costo al mq delle case è basso, o quasi nullo) hanno la volontà di declassare il proprio terreno pur di non pagarci sopra tasse inutilmente. In questo caso è possibile farlo, occorre presentare una domanda al comune chiedendo inoltre che venga valutata la possibilità di variare la destinazione urbanistica. Anche in questo caso è necessario un tecnico.

Madera Ing. Vincenzo
Author: Madera Ing. VincenzoEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ingegnere Civile

Laureato all'Università degli Studi di Firenze, dal 2014 co-titolare dello Studio Madera.
Esperto in strutture, impianti, urbanistica ed edilizia.
Tra i clienti annovera: Unicef, Coca Cola, Credit Suisse.

Comments powered by CComment

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

annoyingbanner

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

madera fb