facciata 6

La tinteggiatura delle facciate, specialmente nei condomini, è sempre una opera discussa e onerosa. Cerchiamo di fare chiarezza sugli aspetti fondamenti che possono interessare coloro che si accingono a realizzare questa tipologia di intervento edilizio nella guida seguente: si tratta di manutenzione ordinaria o straordinari, occorre la pratica cila o cil, qual'è il costo prezzo dell'intervento, che maggioranza condominiale occorre e come vengono ripartite le spese?

La tinteggiatura delle facciate è un'operazione di Manutenzione ordinaria o straordinaria?

Sono considerati quali opere di manutenzione ordinaria il ripristino e rifacimento della tinteggiatura, degli intonaci e dei rivestimenti delle facciate con materiali aventi le stesse caratteristiche e colori di quelli preesistenti; Se invece andiamo a modificare la posizione delle aperture (porte, portefinestre, finestre) o ne realizziamo di nuove ricadiamo in manutenzione straordinaria.

 

Quale pratica edilizia occorre presentare in comune per dipingere le facciate esterne?

La pratica edilizia, ricadente in attività edilizia libera, è la CIL Comunicazione inizio lavori. Ogni comune potrebbe avere un diverso indirizzo, conviene leggere il regolamento edilizio. Su Firenze e sul territorio Toscano, la comunicazione resta la CIL. Se andiamo ad agire su opere strutturali, quali ad esempio l'apertura di un vano finestra, allora necessitiamo di SCIA.

 

Quali sono le prestazioni richieste da parte del tecnico (ingegnere, architetto o geometra)?

  • redazione del Capitolato di Appalto con accurata scelta dei cicli di ripristino del cemento armato e della finitura delle facciate con tinteggiature elastomeriche;
  • stesura CIL
  • Direzione dei Lavori con costante controllo dei cicli di ripristino utilizzati dall’impresa appaltatrice, per il rilascio delle garanzie postume, con accurata scelta delle finiture e dettagli tecnici.
  • Se le opere interessano immobili tutelati dal PRG, oltre ad essere osservate la prescrizioni, deve sempre essere richiesta l'autorizzazione della Soprintendenza e l'autorizzazione paesistica.
  • Sicurezza, se ad eseguire le opere sono due o più imprese!!!
  • Notifica preliminare asl (se richiesta) 

Qual'è il costo / prezzo al mq per il rifacimento delle facciate?

Il costo dell'impresa, compreso di fornitura e manodopera si aggira intorno ai 35 €/mq. A questo va aggiunta la parcella del tecnico per la direzione lavori (circa il 4% del costo complessivo dell'opera), mentre il coordinatore per la sicurezza richiede anch'esso il 4 % (percentuali indicative).

 

In assemblea che maggioranza  occorre per dipingere la facciata e come si ripartiscono le spese?

La facciata può considerarsi un parte comune necessaria in quanto svolge una duplice funzione: quella conformativa-strutturale del fabbricato ed anche di destinazione rappresentativa ed estetica dello stesso. Per questo motivo le spese vanno ripartite in base ai millesimi di proprietà. Per approvare la tinteggiatura dello stabile occorre la maggioranza degli intervenuti in assemblea ed almeno la metà del valore dell'edificio (500 millesimi). 

La sede dello studio è a Firenze, ma operiamo su  Prato, Pistoia, Siena, Arezzo, Bologna, Pisa e Lucca. Consideriamo anche commesse in tutta Italia.

COSTO TINTEGGIATURA FACCIATE Pratica edilizia, maggioranza condominio 2018 - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o restando sul sito acconsenti all’uso dei cookie.